Donne e campioni, quando la bellezza distrae troppo i piloti

Andrea Iannone e Belen Rodriguez

Una volta c’era James Hunt a recitare il ruolo di donnaiolo nel Racing. Adesso tocca a Hamilton e Iannone. Sono tanti i piloti protagonisti sulle pagine del gossip per amori sbocciati con donne bellissime. Troppe volte a risentirne è la resa in pista

Il binomio tra donne e motori è innegabilmente affascinante. Tantissimi campioni delle due e delle quattro ruote hanno fatto parlare molto di sé anche sulle pagine del gossip, con amori da favola e rotture clamorose con donne bellissime che spesso erano parte del mondo dello spettacolo. Queste burrascose vicende sentimentali, frequentemente spiattellate sui giornali di mezzo mondo, hanno finito però per fare più male che bene ai piloti coinvolti, causando loro diversi problemi anche in pista. Simbolo di questo stile di vita nei libertini anni settanta fu il pilota di Formula 1 James Hunt, noto per concentrarsi spesso più su qualche bella ragazza nel paddock che su una meticolosa preparazione alla gara: un titolo mondiale, quello vinto nell’indimenticabile stagione 1976, per lui fu abbastanza. Avrebbe sicuramente potuto vincere anche in seguito se avesse deciso di mettere la testa a posto anche fuori dai circuiti. Ma stiamo parlando di Hunt “The Shunt”.

I rapporti burrascosi non sono stati però prerogativa solo degli anni ruggenti del mondo dei motori. Negli anni novanta fecero epoca le vari fiamme di Max Biaggi, a quel tempo simbolo del motociclismo italiano. La sua relazione con l’attrice sex symbol Anna Falchi, iniziata in pieno 1998, quando Max si stava giocando punto a punto con Mick Doohan il titolo mondiale della 500 nell’anno di debutto nella classe regina, fece versare fiumi d’inchiostro. Ma coincise anche con un periodo nero per “il Corsaro” che per oltre un anno non vinse più un Gran Premio. A prendere in giro ed ironizzare sulle vicende amorose di Biaggi ci aveva già pensato anche colui che sarebbe poi diventato la sua nemesi motoristica per eccellenza, Valentino Rossi.

Tutti ricordano la famosa gag della bambola gonfiabile dedicata a Claudia Schiffer nel periodo in cui Max frequentava Naomi Campbell. Lo stesso Valentino Rossi però ha avuto i suoi problemi di cuore: fece scalpore la fine della sua relazione con la modella Linda Morselli ad inizio 2016 motivata dalla voglia di concentrarsi sulla carriera e sulle chance di titolo mondiale dopo la cocente sconfitta del 2015. Una donna, la Morselli, che adesso è la compagna di un altro pilota che sta vivendo momenti difficili, anche se dovuti a ragioni completamente diverse, ovvero Fernando Alonso.

Baciami ancora…. @andreaiannone ❤️❤️❤️

A post shared by Belén Rodriguez Argentina Girl (@belenrodriguezreal) on

Una vicenda simile sta capitando anche nella MotoGP 2017 ad Andrea Iannone. Il pilota Suzuki ed ex Ducati è al centro del gossip del momento, con la bellissima show girl Belen Rodriguez. Le soddisfazioni in pista però non stanno andando di pari passo con quelle amorose: solo 15 punti ottenuti nelle prime 5 gare di campionato e tante difficoltà a capire una moto che la scorsa stagione Maverick Viñales aveva portato addirittura alla vittoria. Che dire poi di Lewis Hamilton, campionissimo della Mercedes che dopo interminabili tira e molla ha concluso nel 2015 la sua lunga relazione con la cantante delle Pussycat Dolls Nicole Scherzinger.

Da allora la sua vita privata è diventata estremamente movimentata, attirandogli diverse critiche degli appassionati che imputano anche a queste turbolenze l’inattesa sconfitta nel mondiale 2016 subita nel duello con Nico Rosberg.

Donne, motori e piloti. Un triangolo affascinante ma non sempre funzionale all’aspetto che a noi amanti del Motorsport sta più a cuore: il risultato in pista.