Connettiti con noi

Formula 1

F1, Gp Abu Dhabi, la Mercedes non fa ricorso: ecco il motivo

Pubblicato

su

La Mercedes ha ufficialmente comunicato che non farà ricorso per gli avvicendamenti del Gran Premio di Abu Dhabi: ecco il motivo

Adesso è definitivamente ufficiale: la Mercedes non intende presentare ricorso contro le decisioni dei giudici di gara in seguito al Gran Premio di Abu Dhabi.

Nella mattinata di oggi è arrivata la decisione del team tedesco, che non ha voluto proseguire con la propria decisione a seguito della scelta della FIA di aprire un’indagine su quanto accaduto.

Questo il comunicato Mercedes: «Con la presente ritiriamo il nostro appello. Insieme a Lewis, abbiamo riflettuto attentamente su come rispondere agli eventi del finale di stagione di Formula 1. Abbiamo lanciato un appello nell’interesse della correttezza sportiva e da allora abbiamo instaurato un dialogo costruttivo con la FIA e la Formula 1 per fare chiarezza per il futuro, in modo che tutti i concorrenti conoscano le regole in base alle quali corrono. Pertanto, accogliamo con favore la decisione della FIA di istituire una commissione per analizzare a fondo ciò che è accaduto ad Abu Dhabi e per migliorare la solidità delle regole, della governance e del processo decisionale in Formula 1. Accogliamo con favore anche che abbiano invitato i team e i piloti a prenderne parte».

All’interno del comunicato c’è spazio anche ai complimenti per Verstappen: «Vorremmo esprimere il nostro sincero rispetto per i tuoi successi in questa stagione. Hai reso questa lotta per il titolo del campionato di Formula 1 davvero epica. Max, ci congratuliamo con te e tutta la tua squadra. Non vediamo l’ora di portarvi a combattere in pista la prossima stagione».