Connettiti con noi

Formula 1

F1, Gp Arabia, Verstappen: «Voglio il Mondiale, non battere Hamilton»

Pubblicato

su

Max Verstappen, in conferenza stampa, ha parlato del Gran Premio d’Arabia che potrebbe già regalargli la vittoria del mondiale

Il Gran Premio d’Arabia rappresenta un primo match point mondiale per Max Verstappen. L’olandese, per laurearsi campione del mondo, deve realizzare 18 punti in più del suo rivale Hamilton. Impresa non certo semplice, ma che mette comunque tutto nelle mani dell’olandese.

Durante la conferenza stampa del giovedì, il pilota della Red Bull ha presentato così il weekend che partirà oggi alle 14.30 con le Fp1:

MONDIALE – «Io corro per il Mondiale, non contro Lewis o la Mercedes».

MATCH POINT – «Sono molto ‘neutro’ sulle cose che mi circondano, non penso a cosa può succedere. La squadra è motivata, sappiamo che è una grande opportunità per noi, vogliamo essere competitivi ma per ora è tutto relativo e teorico. Non posso ancora dire come sarà il rapporto di forza con Mercedes su questa pista. Il circuito è un grande punto interrogativo, cercheremo di dare il massimo, ma nessuno sa davvero come si comporteranno le macchine su un circuito nuovo, prima di provarlo».

LOTTA MERCEDES – «Sono tanti anni che proviamo, ogni anno del loro dominio, ma se vinceremo quest’anno sarà bello per noi, non perché avremo battuto gli altri. Vincere un Mondiale credo sia un risultato grandioso per chiunque, anche per chi ha già vinto. Contro la Mercedes come Germania-Olanda nel calcio? No, se pensassi questo avrei una mentalità ristretta. La F1 non è il calcio, il calcio non è la F1, qui sono coinvolte persone da ogni parte del mondo che lavorano per diversi team. Lottare con Lewis è importante perché aiuta a migliorarsi, e credo che questa lotta faccia bene allo sport. Comunque finisca io credo sarà stata una bella stagione per entrambi».