F1, nessun rinvio per il GP d’Australia. Ferrari: «La partenza è confermata»

Charles Leclerc, alla Ferrari dal 2019

Rispetto al mondo delle due ruote, la Formula 1 dovrebbe correre regolarmente il GP inaugurale della stagione, in programma a Melbourne il 15 marzo

Come confermato nei giorni scorsi dal CEO del GP d’Australia Andrew Westacott, tramite un comunicato ufficiale, l’organizzazione del Gran Premio prosegue: «Non abbiamo avuto indicazioni di divieti di viaggio né che i team non arriveranno come al solito. L’Australian Grand Prix Corporation dispone di solidi accordi in materia di salute, sicurezza e gestione delle emergenze in atto ad ogni evento e stiamo collaborando con le agenzie sanitarie e le relative organizzazioni governative e di servizi di emergenza per affrontare la questione». Il programma relativo alla partenza del Campionato, prevista per domenica 15 marzo, non è stato, per ora, modificato e, al momento, è tutto confermato.

Nella giornata di ieri, inoltre, i responsabili della comunicazione della scuderia Ferrari hanno tenuto a precisare come «contrariamente a quanto riportato, non è assolutamente previsto che il personale della scuderia Ferrari che parte per l’Australia faccia alcun tampone preventivo». Per poi ulteriormente puntualizzare che «pur sapendo che la situazione è in continua evoluzione. Sul fronte della partenza per Australia/Bahrain non ci sono al momento giunte controindicazioni da nessuno degli enti con i quali siamo costantemente in contatto: al momento la nostra partenza è confermata».