Connettiti con noi

Formula 1

F1, Gp Stiria: i promossi e bocciati del weekend al Red Bull Ring

Pubblicato

su

Verstappen domina dalla prima all’ultima curva, Mercedes si lecca le ferite mentre George Russell deve ancora fare i conti con la sfortuna

Il Gp Stiria sul circuito di proprietà della Red Bull è un monologo di Max Verstappen che comanda la gara dalla prima all’ultima curva senza lasciare la P1 nemmeno quando si ferma ai box. Il primo appuntamento al Red Bull Ring se lo aggiudica dunque l’olandese ma Hamilton sicuramente vorrà rifarsi già il prossimo weekend. Queste le pagelle della gara:

PROMOSSI

Verstappen Un weekend stratosferico; di un altro livello fin dal venerdì e se in Francia aveva commesso un piccolo errore al via, stavolta non si concede nemmeno quello; semplicemente perfetto.

Norris Ancora una volta il ‘primo degli altri’; una qualifica di livello, una partenza da lottatore puro e una gara regolare per un 5° posto apparso quasi naturale.

Sainz Fuori in Q2, imposta una gara allungando il più possibile il primo stint con gomma media e la strategia paga portandolo fino al 6° posto.

Alonso Il periodo di adattamento è finito ed il buon Nando sta iniziando a suonare regolarmente il povero Ocon che anche questa volta chiude ben distante dall’asturiano che conquista altri punti per il campionato.

Russell La sfortuna di questo ragazzo non ha eguali; sfiora la Q3 in qualifica con la Williams, rifila distacchi epocali al compagno di squadra, parte in Top10, gestisce la gara all’8° posto con disinvoltura e sembra finalmente riuscire a portare punti al suo team quando, incredibilmente, la sua vettura ha problemi e deve arrendersi.

BOCCIATI

Bottas Vero, alla fine è salito sul podio (anche grazie al problema nella sosta di Perez, ndr) ma rimane sempre quello che si è preso un distacco abissale da Hamilton e soprattutto che è andato in testacoda all’interno della corsia box al venerdì…

Ricciardo Il confronto con Norris inizia a diventare impietoso e, soprattutto, iniziano ad apparire come una sentenza le parole del team principal Andreas Seidl che ha candidamente ammesso come il buon Daniel non riesca a guidare questa McLaren. 13° fuori dai punti anche per un problema alla parte ibrida del motore che gli ha fatto perdere ben 5 posizioni nei giri iniziali ma non può essere una scusante.

Vettel Dopo un paio di gare di livello, Seb torna alle sue prestazioni anonime con Stroll che gli finisce davanti senza troppa fatica.

Ocon Ormai Alonso si è preso la prima guida, così come fece Ricciardo lo scorso anno ma non è solo il confronto con il compagno di squadra il suo problema; il problema è che se guidi una Alpine non puoi farti eliminare in Q1.