Connettiti con noi

Formula 1

F1, Binotto: «Terzo posto fa morale, ma non è ciò a cui aspiriamo»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Mattia Binotto, team principal della Ferrari, ha parlato dell’ormai quasi certo 3° posto nella classifica costruttori

Al termine dell’ultima qualifica dell’anno, svolta sul circuito di Abu Dhabi, il team principal della Ferrari, Mattia Binotto – in un’intervista concessa a The Race -, ha fatto un bilancio della stagione che si concluderà oggi:

3° POSTO – «Si tratta certamente di un bel traguardo. Dopo il Belgio e Monza, ma anche dopo la Russia, mai ci saremmo immaginati di arrivare ad Abu Dhabi in questa situazione di classifica. La squadra ha lavorato bene per tutta la durata del campionato, dimostrando concentrazione e consistenza in ogni gara. Abbiamo ottimizzato il nostro potenziale, raccogliendo tutti i punti possibili. L’obiettivo, quest’anno, era provare a migliorare noi stessi e ogni dettaglio legato alla gestione del weekend di gara».

ULTIMI GP – «Negli ultimi Gran Premi abbiamo ricavato il massimo dal nostro pacchetto, e siamo riusciti a conquistare i punti di cui avevamo bisogno. Siamo contenti di finire terzi, perché credo che sia davvero il miglior risultato a cui avremmo potuto ambire. Siamo consapevoli che non è questo il vero obiettivo della Ferrari, così come sappiamo che il distacco dalle squadre di vertice è grande. Ciò detto, credo proprio che possiamo essere soddisfatti dei progressi compiuti in questa stagione, e guardiamo al 2022 con molto ottimismo. Finire terzi ci dà la serenità giusta per affrontare l’inverno con il morale alto e lavorare bene».