F1, Montecarlo: il gran premio del glamour e della storia

Piccolo ripasso della storia e della nascita di uno dei GP più attesi di tutto l’anno

La Formula 1 è arrivata al fine settimana più atteso dell’anno: Montecarlo, rimasto uno degli ultimi GP più romantici e pieno di storia. Dove glamour e star da sempre si uniscono dalle loro barche per vedere questi bolidi che sfrecciano sulle strade del Principato a velocità che sfiorano i 300 km/h. La prima edizione si svolse il 14 aprile del 1929 per volontà del fondatore del Automobile club de Monaco Anthony Noghes, mentre la prima edizione valida per il Campionato del Mondo si svolse il 21 maggio del 1950. Da quell’anno il layout del circuito non è mai cambiato, e tutti i migliori piloti hanno vinto tra le stradine del Principato.

Parlando di piloti e di Montecarlo, non si può non parlare di Ayrton Senna, che tutt’ora detiene il record di vittorie nel Principato (6 vittorie). La prima arriva nel 1987 con la Lotus anche se in molti si ricorderanno lo storico Gran Premio del 1984, dove sotto la pioggia battente Senna conquistò il suo primo podio in carriera, dopo che la gara fu interrotta al giro 31. Del circuito cittadino del Principato, si ricorda anche l’incidente mortale nella quale fu coinvolto Lorenzo Bandini nel 1967. Dopo il contatto con bitta d’ormeggio la Ferrari di Bandini volò per diversi metri e nel momento dell’atterraggio la macchina prese fuoco, il Principe Juan Carlos andò in suo aiuto insieme ad i pompieri monegaschi e così riuscirono ad estrarre il pilota italiano dalla vettura (in condizioni critiche). Bandini fu trasportato immediatamente all’ospedale del Principato, dove morì dopo 70 ore di agonia.

Il GP di Montecarlo, vuol dire anche glamour e celebrities. Ogni anno diverse celebrità accorrono per vedere il Gran Premio e prendere parte a diverse feste su yacht e dj set molto esclusivi. Ad esempio Cameron Diaz, Michael Douglas David Hasselhoff sono ospiti fissi.