F1, Rosberg: «Spero con il tempo di riallacciare il rapporto con Hamilton»

@REDBULLCONTENTPOOL

L’ex pilota tedesco ha parlato in un Q&A ai fans su YouTube rispondendo alle domande sulla sua rivalità con il 4 volte campione del mondo britannico

Nico Rosberg e Lewis Hamilton sono stati compagni di squadra in Mercedes per 4 anni, dal 2013 al 2016, e negli ultimi 3 si sono sempre contesi tra loro il titolo mondiale, arrivando per due volte a sfidarsi nell’ultimo round della stagione per stabilire chi sarebbe stato campione. La loro accesissima rivalità in pista è stata l’emblema dei primi anni di dominio della Mercedes e non sono mancate le sportellate, i contatti e gli incidenti veri e propri, tra cui spicca l’ormai celebre schianto al 1° giro del Gran Premio di Spagna del 2016 che rimane ad oggi l’unica gara, da quando si è entrati nell’era delle power unit, in cui nessuna Mercedes è arrivata a punti. La conquista del titolo da parte di Nico nel 2016, e il suo improvviso ritiro, hanno se possibile accentuato ulteriormente la mitologia della loro rivalità, contribuendo a rasserenare non poco gli animi in seno alla Mercedes, dopo che la tensione tra i due era arrivata ormai al suo massimo.

@FACEBOOK

Nico Rosberg è voluto tornare sull’argomento in un video di Q&A con i fans sulla sua pagina YouTube, rispondendo alle domande su quale fosse il suo rapporto con il compagno di box britannico, di cui Nico era per altro stato grande amico in gioventù, e nei primi anni di F1, prima che la lotta al titolo iridato incrinasse inevitabilmente i rapporti: «Come ho mantenuto il mio sangue freddo nella squadra? Quel tipo di battaglia era il motivo per cui gareggiavo. Non c’è nulla di meglio che affrontare uno dei migliori piloti della storia guidando la sua stessa macchina, è bellissimo. E riuscire a batterlo proprio alla fine…meglio di così è impossibile. E’ per questo che mi ha dato così tanta soddisfazione anche per la mia carriera: non poteva finire in un modo migliore e sotto questo aspetto conta molto anche l’avversario che hai». Rosberg ha ricordato poi la sua antica amicizia con il rivale di tante battaglie, sperando in un riavvicinamento per il futuro: «Un tempo eravamo grandi amici: nutro ancora molto rispetto per lui e ce l’avrò per sempre. In privato è un bravissimo ragazzo; poi è chiaro che sotto i riflettori e in un mondo grande come quello della F1 la percezione che si ha è diversa. Spero con il passare del tempo che potremo ritornare a frequentarci e che il nostro rapporto migliori».