Connettiti con noi

Formula 1

F1, Brawn sulla Sprint Race: «Nel 2022 arriveranno grandi novità»

Pubblicato

su

Ross Brawn, amministratore delegato della Formula 1, ha parlato della Sprint Race e di come verrà modificata nella prossima stagione

Una delle novità inserite per questa stagione è stata decisamente la Sprint Race, inaugurata per la prima volta a Silverstone, ripetuta poi a Monza e in programma – un’ultima volta -, in Brasile settimana prossima.

Di questo esperimento e di come verrà modificato in seguito ha parlato l’amministratore delegato della F1, Ross Brawn, che ha approfondito altri argomenti come quello della griglia invertita:

SPRINT RACE – «Abbiamo concordato con le squadre che ci saranno 6 eventi, vogliamo muoverci in modo progressivo, senza cambi radicali perché tutti devono prima adattarsi alle nuove monoposto. È già importante che la F1 abbia accettato questo innovativo format in 3 gare del 2021 per vedere come funzionasse. Vogliamo rendere il sabato un po’ più coinvolgente. Le nuove auto aiuteranno per la capacità di gareggiare tra loro. In discussione la possibilità di dare più punti al sabato per incentivare la corsa».

GRIGLIA INVERTITA – «La griglia invertita? Forse è un passo troppo lungo».

POLE – «All’ordine del giorno c’è la pole al venerdì, che con la Sprint Race attuale manca, ne stiamo parlando. E poi il nome dell’evento».

ASSEGNARE TRA 8 E 10 PUNTI AL VINCITORE E POI A SCALARE FINO AL 10° – «Questa è la proposta, ma non è stata accolta perché dobbiamo studiare il funzionamento: deve avere un’influenza sul campionato e sulla voglia di correre anche per le posizioni arretrate, ma non in misura eccessiva. In generale, comunque, la Sprint Race ha migliorato lo spettacolo dei weekend, quindi andremo avanti».