F1 Silverstone, Hamilton pole davanti alle Ferrari

F1 SILVERSTONE
Lewis Hamilton, sei volte Campione del Mondo

L’alfiere della Mercedes partirà davanti a tutti domani nel Gran Premio di casa. In prima fila la Ferrari di Kimi Raikkonen, davanti al compagno Vettel. Bottas quarto ma penalizzato di cinque posizioni

Lewis Hamilton si è presentato a Silverstone, in occasione della sua gara di casa, con 20 punti da recuperare in classifica sul rivale Sebastian Vettel ed estremamente motivato a riscattarsi sulla pista che adora e che lo ha visto quattro volte vincitore, determinato a dimostrare di essere ancora in piena lotta per questo mondiale. In occasione delle qualifiche del Gran Premio d’Inghilterra l’idolo di casa ha infatti ottenuto una strepitosa pole position, la 67esima della sua carriera, che lo porta a una sola lunghezza dal record assoluto di Michael Schumacher.

Il pilota della Mercedes ha girato in 1:26.600, tempo inarrivabile per gli altri e nuovo riferimento dello storico tracciato di Silverstone nella sua nuova configurazione in uso dal 2010. Unico neo della giornata è rappresentato dall’investigazione nei confronti dell’inglese, accusato da Romain Grosjean di aver compromesso il suo giro veloce, ma graziato dalla direzione gara che ha confermato la sua pole position. Al suo fianco in prima fila un Kimi Raikkonen in forma smagliante che, ancora in attesa di rinnovo in vista della prossima stagione, ottiene un’ottima prestazione che lo porta davanti al compagno di squadra Sebastian Vettel, terzo e scontento per aver trovato traffico nel giro di preparazione prima del suo ultimo tentativo. I due ferraristi dovranno provare domani a dare filo da torcere a un Hamilton in gran spolvero, con Vettel in particolare che potrebbe rafforzare ulteriormente la sua leadership in campionato.

Solo quarto il vincitore del Gran Premio d’Austria di una settimana fa, Valtteri Bottas, distante quasi 8 decimi da Hamilton e che così come capitato al compagno di squadra nella scorsa gara subirà una penalità di cinque posizioni in griglia, precipitando quindi in nona posizione e pronto a correre in rimonta. Qualifica solitaria per Max Verstappen, quinto, che così come dichiarato dal giovane ha corso senza rivali con la sua Red Bull troppo lenta per Mercedes e Ferrari e troppo veloce per tutti gli altri. I problemi tecnici che hanno afflitto l’olandese nelle ultime gare sono toccati stavolta a Daniel Ricciardo, subito fuori in Q1 per problemi tecnici sulla sua RB13.

Un’eccellente terza fila quella conquistata da Nico Hulkenberg con la sua Renault, sesto oggi, mentre le due Force India di Perez e Ocon sono ancora una volta protagoniste di una bella prestazione con il settimo e ottavo tempo rispettivamente. Sorprendente anche Stoffel Vandoorne, nono, che porta la McLaren in top ten e per la prima volta quest’anno riusce a battere l’ingombrante compagno di squadra Fernando Alonso, solo tredicesimo e costretto a partire domani dall’ultima posizione vista l’ennesima sostituzione della sua power unit.

Chiude la top ten la Haas di Romain Grosjean, mentre Jolyon Palmer ha mancato l’accesso alla Q3 rimediando un distacco importante dal compagno di squadra Hulkenberg.Le due Toro Rosso di Kvyat e Sainz hanno chiuso in dodicesima e quattordicesima posizione, davanti alle Williams di Massa e Stroll in difficoltà anche sul tracciato inglese. Chiudono la classifica la Haas di Magnussen, le Sauber di Wehrlein e Ericcson, e la Red Bull di Ricciardo rimasta ferma in pista in Q1.

Appuntamento a domenica alle 14 con il Gran Premio d’Inghilterra, penultimo appuntamento con la Formula 1 prima della pausa estiva.