F1 Singapore, Verstappen durissimo: «Sono contento che siano fuori anche le Ferrari»

Si aspetta n bagno di folla per Verstappen a Zandvoort - @REDBULLCONTENTPOOL

Molto polemico il pilota olandese dopo l’incidente in partenza con le due Ferrari: «Non ci sono scuse per quello che ha fatto Vettel»

L’incidente avvenuto in partenza in questo Gran Premio di Singapore tra Kimi Raikkonen, Max Verstappen e Sebastian Vettel terrà banco per le prossime settimane e rischia di diventare l’evento decisivo di un campionato del mondo fin qui tiratissimo tra il tedesco della Ferrari e Lewis Hamilton. Ma se il ritiro delle Ferrari è pesantissima nell’economia del campionato, il pilota della Red Bull ha visto sfumare la chance di disputare una grande gara giocandosi magari il secondo successo in carriera.

Su quello che è successo alla prima curva del circuito di Marina Bay il pilota olandese della Red Bull ha naturalmente voluto dire la sua opinione e, come spesso accade, le sue non sono state parole di circostanza, anzi, avevano un obiettivo preciso: Sebastian Vettel«Non ci sono scuse per quello che ha fatto Vettel» ha detto il numero 33 della Red Bull «forse non ha visto Kimi, ma non importa. Le Ferrari mi hanno chiuso a sandwich e non potevo fare nulla. Ho provato anche a frenare ma non è comunque servito a niente, ero un passeggero. Se ti stai giocando il titolo mondiale non puoi prendere rischi del genere. A questo punto sono contento che si siano ritirate anche le Ferrari, almeno non sono stato l’unico a rimetterci».