F1, Wolff sulla Sprint Race: «Ok, ma solo per pochi GP»

Toto Wolff, team principal Mercedes - ph. Steve Etherington

Del nuovo formato inaugurato a Silverstone ha parlato il team principal della Mercedes Toto Wolff. Le sue parole

Le gare sprint hanno il loro perché, ma solo se limitate ad alcune tappe del Campionato. Questa, in sintesi, l’analisi sul nuovo format di qualifiche partorita a caldo dal team principal della Mercedes Toto Wolff.

«Non sono un grande sostenitore degli esperimenti in corsa – ha detto Wolff -. Di sicuro so cosa non mi piacerebbe affatto, come le partenze a griglia invertita, alle quali sono completamente contrario».

Per il manager austriaco, il numero giusto di Sprint Race da fare in un anno è quattro: «Credo non sia opportuno farne di più – ha concluso – se devono essere una sorta di ‘Grande Slam’, d’accordo, ma può funzionare per un paio di gare o poco più, per rendere un po’ più frizzante il giorno prima del Gran Premio».