Formula 1: 5 cose da sapere sul Gp Australia

Il circuito di Albert Park, sede del Gp Australia a Melbourne

Domenica andrà in scena il primo round del Mondiale 2020; elenchiamo i cinque aspetti da conoscere sul curcuito dell’Albert Park di Melbourne.

Il circuito di Albert Park è un tracciato semi-permanente che misura 5.303 m e si sviluppa sulla distanza di 58 giri per un totale di 307.574 km.

2 Il Gp Australia si corre sul circuito di Melbourne dal 1996 ed è diventato tappa inaugurale del Mondiale da quell’anno (con le eccezioni 2006 e 2010). Prima di allora si correva sul tracciato cittadino di Adelaide che, al contrario, era l’ultima gara della stagione.

Come da tradizione dei circuiti semi-permanenti, l’Albert Park conta ben 6 chicane, rendendolo la pista che ne ha di più nel calendario (Montreal e Singapore ne hanno 5).

La prima curva è spesso teatro di incidenti al via, talvolta fratricidi come quello tra Ralf e Michael Schumacher del 2002. Ma anche la staccata di curva 3 è molto pericolosa, si ricordano tra i vari gli spettacolari (e per fortuna senza conseguenze) incidenti di Brundle nel 1996 e Alonso nel 2016.

Visto l’elevato numero di incidenti, la Safety Car è molto spesso impiegata, ben 8 volte nelle ultime 12 edizioni con l’aggiunta della Virtual Safety Car che ad esempio consegnò la vittoria a Vettel nel 2018 grazie ad una sagace strategia.