Formula 1, i team inglesi lanciano il “progetto pit-lane”

La Formula 1 prolunga di altre 4 settimane lo shutdown

I sette team con sede nel Regno Unito uniti nel progetto per la realizzazione di ventilatori e quant’altro necessario per affrontare l’emergenza coronavirus.

L’emergenza Coronavirus è esplosa con forza anche oltre Manica, pertanto i sette team di Formula 1 con sede nel Regno Unito (Mercedes, Red Bull, McLaren, Renault, Force India, Haas e Williams) hanno deciso di unirsi nel progetto pit-lane per offrire il loro contributo al fine di fornire supporti logistici e tecnologici in questo momento delicato, seguendo l’esempio della Ferrari che nelle scorse settimane aveva avviato una conversione simile nei suoi stabilimenti. Il progetto prevede la conversione degli stabilimenti per la realizzazione di ventilatori ed altri componenti mediche, essenziali in questo momento.