Formula 1, senti Wolff: “No ai circuiti che sembrano enormi parcheggi”

Toto Wolff, team principal Mercedes

Il team principal della Mercedes è tornato sul tema del divario tra circuiti storici in cui si è corso quest’anno e circuiti moderni

Dopo l’ufficializzazione del Gp Arabia Saudita per il Mondiale 2021 (su un circuito di cui ad oggi nemmeno si conosce il layout, ndr), è intervenuto sul tema Toto Wolff, team principal della Mercedes, nel corso di una videoconferenza stampa.

Il manager austriaco ha voluto rimarcare l’enorme differenza tra le piste storiche ed affascinanti in cui si è corso in questo atipico 2020 e i tracciati di concezione ‘moderna’ in cui si tornerà a correre dall’anno prossimo, incluso proprio il tracciato di Jeddah“Sono sempre stato chiaro sul fatto che non sono d’accordo con la direzione che abbiamo preso. Stiamo andando a correre su circuiti che sono degli enormi parcheggi per supermercati. Mi piace molto correre a Imola, al Mugello e nelle piste dove se sbagli, paghi. La ghiaia? Penso che dobbiamo riportare la ghiaia sui circuiti, per assicurarci che chi sbaglia e esce di pista, non puoi ritornarci senza danni alla propria vettura”, la stoccata di Wolff.