F1, Vettel a pezzi dopo Monza: «Sono amareggiato. Ho compromesso la gara»

Sebastian Vettel ha vissuto un weekend decisamente complicato: prima il caos in qualifica, poi il testa-coda costatogli il 13° posto in classifica

In casa Ferrari si respira un’aria dal sapore decisamente controverso: da un lato, l’emozione straordinariamente esaltante generata dal successo di Charles Leclerc, in grado di inebriare la tifoseria rossa della scuderia di Maranello, dall’altro, la delusione tremenda di Sebastian Vettel. Il caos delle qualifiche ha costretto il tedesco a partire dalla quarta posizione, rendendo la situazione in casa molto complicata, dal momento che il numero uno della scuderia di Maranello aveva lasciato la scia a Leclerc nella prima parte della Q3, salvo poi non essere ricambiato nel finale, generando la furia del tedesco. Per rendere la situazione ancor più incandescente, nel pomeriggio di oggi, ci ha pensato il testacoda al settimo giro e il contatto con Stroll che gli è costato dieci secondi di penalità.

Come riportato in un’intervista a Sky nel dopo gara, il tedesco ha parlato così della sua prestazione conclusa al 13° posto: «Non sono assolutamente contento di quello che ho fatto, non posso essere di certo felice, non ero certamente di buonumore. Ero partito bene, ma poi ho perso una posizione. L’ho recuperata subito e sono andato in testa coda al settimo giro. Da lì, in poi, la gara è stata rovinata e compromessa. Ho faticato a ripartire, ho innescato l’antistallo due volte e non ho visto chi arrivava».