Gp Toscana: la risposta piccata di Michael Masi ad Hamilton

Tamponamento a catena domenica al Mugello

Il sei volte Campione del Mondo aveva accusato la Direzione Gara di aver gestito male la ripartenza sotto Safety Car, innescando di fatto l’incidente

Durante il GP Toscana, via radio, Lewis Hamilton si era aperto accusando la Direzione Gara di aver di fatto provocato l’incidente alla ripartenza perché aveva spento le luci della Safety Car troppo tardi.

Non si è fatta attendere la risposta di Michael Masi, il direttore di corsa: “La sicurezza non è mai stata compromessa per creare una ripartenza più entusiasmante. Dal punto di vista della FIA, la sicurezza è fondamentale. Chiunque dica il contrario è in realtà piuttosto offensivo. Se diamo uno sguardo alla distanza dal punto in cui le luci si sono spente alla linea di controllo, è probabilmente molto simile, se non addirittura più ampia, rispetto ad altre occasioni”. Probabilmente in termini di metri avrà anche ragione Masi; c’è solo un piccolissimo dettaglio che gli sfugge; se quella distanza coincide con l’ultima curva, magari sarebbe il caso di anticipare di qualche metro…