MotoGP, Iannone: «Sono più veloce di Vinales sulla Suzuki»

andrea iannone
@Suzuki

Secondo Andrea Iannone il vero problema della Suzuki è la crescita fatta dalle altre case che hanno alzato molto il livello rispetto al Mondiale 2016

«E’ un momento difficile per noi, ci aspettavamo una situazione completamente diversa. Nei test invernali la moto era fantastica ma dopo aver fatto delle modifiche le cose sono cambiate e adesso stiamo lavorando per riuscire a risolvere i problemi. Io e la Suzuki abbiamo lo stesso obiettivo è sono sicuro che alla fine riusciremo a raggiungerlo»: è quanto ha dichiarato a motogp.com Andrea Iannone, che si sta concentrando sullo sviluppo in vista della seconda metà del Mondiale MotoGP.

«Guardo i dati di Maverick Vinales dell’anno scorso e non sono molto diversi dai nostri, forse la sua moto era più facile da gestire in piega mentre noi abbiamo dei problemi con l’anteriore ma mi sto adattando. La mia velocità è quasi sempre superiore rispetto alla sua dello scorso anno ma i risultati sono diversi perché il livello generare è più alto». Insomma secondo Iannone il vero problema è che i rivali sono molto più competitivi rispetto al 2016 e questo mette pressione a lui e alla Suzuki che a quanto sembra però riuscirà a sorprendere a partire da Brno.