La Formula 1 potrebbe sperimentare i weekend di gara ridotti

Firmato il nuovo Patto della Concordia tra i team di Formula 1

La FIA e Liberty Media starebbe studiando una soluzione per recuperare i gran premi saltati a causa dell’emergenza coronavirus.

Era un’ipotesi che circolava già nel corso della passata stagione, quella cioè di ridurre a soli due giorni i weekend di gara in modo da poter aumentare i gran premi da inserire in calendario e allargare ancor di più gli orizzonti di una Formula 1 che in questo 2020 avrebbe dovuto correre la bellezza di 22 GP, il Mondiale più lungo di sempre.

L’emergenza coronavirus però si è messa di traverso ed ha scompaginato i piani di FIA e Liberty Media che così starebbero pensando di mettere in pratica quell’idea che circolava nel paddock già nella scorsa stagione e che non aveva trovato l’appoggio di tutti. L’idea sarebbe di arrivare al circuito il venerdì per le interviste e gli appuntamenti con sponsor e varie, il sabato correre due sessioni di libere, la domenica mattina le qualifiche e il pomeriggio il GP. Idea che, vista la situazione emergenziale, potrebbe essere messa in pratica nel tentativo di portare avanti questa stagione che vede fin qui rinviati i primi 6 appuntamenti in calendario.