Loris Baz punta al rientro in Superbike

loris baz
@Instagram Loris Baz

Il pilota francese non sarà ufficialmente al via nella prossima stagione di MotoGP ma punta trovare una sella nel campionato SBK, che l’ha già visto protagonista con Kawasaki dal 2012 al 2014

Nel motociclismo non si vive di sola MotoGP. E’ quello che deve stare pensando in questo momento Loris Baz, il pilota francese in forza quest’anno al team Avintia Racing Ducati nella massima categoria del motociclismo; per lui l’avventura in MotoGP si concluderà tra un paio di mesi a Valencia perché ormai è ufficiale che nel 2018 per lui non ci sarà una sella disponibile. Il suo posto verrà preso dal belga Xavier Siméon ‘promosso’ dalla Moto2 dopo una stagione discreta ma certo non eccezionale. Baz quest’anno è 15° nel Motomondiale con 39 punti conquistati, frutto di 8 piazzamenti nella top 15, nonostante guidi una moto vecchia di due anni. Chiusa una porta se ne apre però un’altra e il transalpino punta a rientrare il prossimo anno in SBK, campionato nel quale a corso dal 2012 al 2014 con buoni risultati, 2 vittorie e 5 podi messi a segno nella sua esperienza con Kawasaki. Della sua situazione attuale e del suo futuro Baz ha parlato ai colleghi di Crash.net: «Sono giovane, ho solo 24 anni nonostante abbia 3 anni di esperienza in SBK e altrettanti in MotoGP, ci sarà modo in futuro di tornare nel Motomondiale».

Adesso per Baz è tempo di guardare al futuro prossimo, un 2018 da vivere con le derivate di serie, cercando il giusto team dal quale ripartire: «Le moto vincenti di questa stagione sono state tutte prese, stiamo cercando il miglior progetto e parlando con alcuni team, come Ten Kate. Penso che sarebbe bello lavorare con una squadra come la loro e riportarli al successo, perché sono stati un team vincente per molti anni. Adesso loro sono un po’ in difficoltà ma io penso di essere stato veloce in Superbike. Conosco la maggior parte dei tracciati, il campionato e le gomme. Non è cambiato molto da quando sono andato via». Il team Ten Kate però non è l’unica opzione per Loris«Sto parlando anche con altre persone, per vedere di trovare il miglior sedile possibile. Aprilia? Molti team non sono ancora sicuri di quello che faranno l’anno prossimo, se ad esempio avranno una o due moto. E’ sempre così: prima si completa lo schieramento di MotoGP e poi gli altri team di Superbike, dopo i primi due, iniziano a guardarsi intorno. Per cui vedremo. Io sarò a Magny Cours».

Ultimo tema affrontato da Baz il suo possibile adattamento al nuovo regolamento della categoria:«E’ simile a quello di quando sono entrato in MotoGP, con la classe Open. Inizialmente erano più lente di 3 secondi, ma poi con la stessa elettronica e una moto vecchia di 2 anni era comunque possibile girare ad un secondo dalla vetta. L’elettronica ormai è l’aspetto predominante nelle moto. Penso che il regolamento della SBK diventerà lo stesso della MotoGP. 10 anni fa tutti guardavano la Superbike perché si diceva che in MotoGP vinceva sempre lo stesso pilota, adesso questo accade in Superbike».