MotoGP, Sic gli anni passano ma ci manchi sempre

marco simoncelli
@imagephotoagency

Il mondo delle due ruote non dimentica questo giorno, ricorrenza della morte di Marco Simoncelli avvenuta a Sepang nel 2011

23 ottobre 2011 una data che nessuno potrà mai dimenticare. Nonostante siano passati 6 anni infatti il ricordo dell’incidente di Marco Simoncelli che ne causò la morte sulla pista di Sepang in Malesia, continua a rimanere negli occhi e nei cuori di tutti gli appassionati che continuano a portare sui tracciati di tutto il mondo il suo numero, la sua faccia sorridente, qualche foto di lui in sella all’amata moto. Il Sic ha lasciato molti amici, molti tifosi, molte persone che anche senza averlo mai visto correre ormai lo conoscevano per la sua simpatia, la genuinità e quella battuta sempre pronta, anche davanti alle difficoltà. In questa giornata sui social non si contano i messaggi degli appassionati, degli addetti ai lavori, dei piloti e dei personaggi dello spettacolo che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. Uno dei tweet più toccanti è di sicuro quello dei suo grande amico Mattia Pasini, con il quale ci ha regalato epiche bagarre in 250, le sue parole racchiudono il pensiero di tutti “Il tempo passa, ma il ricordo resta! Sei parte di noi…

Sulla pagina del team SIC 58 Squadra Corse un dolce messaggio accompagna una foto di Marco col padre Paolo e anche Tatsuki Suzuki, giovane pilota del team ha lasciato un suo pensiero “Caro Signor Marco Simoncelli, Un giorno salirò sul podio con tuo padre, per favore guardaci dal cielo…

Nella giornata si sono susseguiti anche i messaggi dei team MotoGP e dei piloti che con Marco hanno condiviso molti bellissimi momenti:

Tra i personaggi famosi sono in molti ad aver avuto la possibilità di conoscere di persona Marco, di correre con lui durante manifestazioni o giornate di svago, come DJ Ringo che insieme a Giovanni Di Pillo ha condiviso molte avventure con Simoncelli e che oggi gli ha dedicato una puntata speciale su Virgin Radio:

Il Sic farà per sempre parte di questo strano meraviglioso mondo delle due ruote che non dimentica i suoi protagonisti, perciò non sarà mia un addio ma sarà sempre un “Ciao Sic, goditi le gare da lassù”.