Mondiale Superbike 2023: Razgatlioglu conquista la Superpole e Rea Gara 1 - Motori News 24
Connettiti con noi

Superbike

Mondiale Superbike 2023: Razgatlioglu conquista la Superpole e Rea Gara 1

Pubblicato

su

Mondiale Superbike 2023: Razgatlioglu conquista la Superpole e Rea Gara 1

L’Autodrom Most ospita l’ottavo appuntamento della stagione 2023 del Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike: la Tissot Superpole del Round Acerbis della Repubblica Ceca ci regala tante emozioni. La gomma SC0 è il composto più soft tra quelli disponibili. Nelle fasi finali tante bandiere gialle portano alla cancellazione di diversi tempi. La pole con un nuovo giro record va a Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK).

Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) è tra i primi a prendere la via della pista mentre come avviene di solito vediamo insieme Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK) e il compagno di box Andrea Locatelli. Rea al suo primo giro lanciato firma un 1’32.013 ma poi viene scavalcato dall’1’31.097 di Razgatlioglu che si mette alle spalle Axel Bassani (Motocorsa Racing) e Garrett Gerloff (Bonovo Action BMW) mentre Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) è solo 12°. Philipp Oettl (Team GoEleven) cade in curva 20 ma riesce a tornare ai box con la sua moto.

A sei minuti dalla fine Rea sale dall’ottava alla seconda posizione mentre Gerloff non riesce a migliorarsi. Il campione del mondo 2021 Razgatlioglu firma il nuovo giro record mentre Danilo Petrucci (Barni Spark Racing Team) stacca il secondo tempo davanti a Remy Gardner (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team). Jonathan Rea spinge forte per migliorarsi ma cade.

Grande pressione per il campione del mondo Alvaro Bautista che arriva agli istanti finali della sessione con il 13° tempo: davanti allo spagnolo avviene una nuova caduta di Oettl, stavolta in curva 15. Arrivano le bandiere gialle che però vengono tolte appena in tempo. Caduta anche per Dominique Aegerter (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team) all’ultima curva e altre bandiere gialle. A fine sessione Bautista è settimo.

Razgatlioglu conquista la sua prima pole position a Most che coincide anche con la 50^ di Yamaha. Insieme a lui dalla prima fila partirà ‘Petrux’, alla sua miglior prestazione in Superpole nel WorldSBK. Michael Ruben Rinaldi completa la prima fila.

Quarto posto sullo schieramento per Remy Gardner che si mette alle spalle Axel Bassani – che si vede cancellato il momentaneo secondo tempo – e Jonathan Rea.

Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) stacca il settimo crono davanti a Gerloff e Andrea Locatelli mentre la top ten è completata dalla Honda di Xavi Vierge (Team HRC).

Aegerter partirà 11° davanti a Iker Lecuona (Team HRC). Quinta fila per Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK), Loris Baz (Bonovo Action BMW) e Scott Redding (ROKiT BMW Motorrad WorldSBK Team).

16^ posizione per Lorenzo Baldassarri (GMT94 Yamaha) che precede Eric Granado(PETRONAS MIE Racing Honda Team), Michael van der Mark (ROKiT BMW Motorrad WorldSBK Team), Isaac Viñales (TPR Team Pedercini Racing) e Tito Rabat (Kawasaki Puccetti Racing). 21° tempo per Roberto Tamburini (Yamaha Motoxracing WorldSBK Team) che si mette alle spalle Hannes Soomer (PETRONAS MIE Racing Honda Team) e l’idolo di casa Oliver Konig (Orelac Racing MOVISIO).

Alvaro Bautista ha realizzato il settimo tempo in regime di bandiere gialle e lo stesso è accaduto anche al suo compagno di box Rinaldi. Ciò significa che per la prima volta nel WorldSBK l’australiano Gardner partirà in prima fila mentre Gerloff prenderà il via dalla sesta casella. Nona posizione sullo schieramento per Xavi Vierge, 12^ per Lowes.

Questi sono i primi sei alla fine della Superpole nel WorldSBK, per la classifica completa clicca qui:

1. Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK) 1’30.801

2. Danilo Petrucci (Barni Spark Racing Team) +0.460

3. Remy Gardner (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team) +0.618

4. Axel Bassani (Motocorsa Racing) +0.629

5. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) +0.657

6. Garrett Gerloff (Bonovo Action BMW) +0.858

A BE C BF CEAADDE

Foto di Silvia Borella – SG Agency

Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) dopo 252 giorni e 23 gare senza vincere torna al successo nel Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike puntando sulle intermedie. In Gara 1 del Round Acerbis della Repubblica Ceca parte con le intermedie e torna a vincere: secondo posto importante in ottica Campionato all’Autodrom Most per Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK) mentre Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) arriva 12°.

Gara1: Nei primi giri tra i protagonisti vediamo i piloti che montano le gomme da bagnato; è il caso di Axel Bassani (Motocorsa Racing) che scatta dalla quarta casella, si porta subito al comando e alla fine del secondo giro ha sei secondi di vantaggio su Remy Gardner (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team). Alla fine del quarto giro il veneto ha oltre dieci secondi di margine sull’australiano.Al quinto giro però il pilota di Feltre inizia a perdere vantaggio nei confronti di Jonathan Rea(Kawasaki Racing Team WorldSBK) e alla fine del sesto giro tra i due di testa ci sono appena due secondi. Nello stesso giro il pilota del team di Lorenzo Mauri torna ai box lasciando la testa della corsa a Rea: Axel taglia il traguardo in settima posizione.

Bassani firma diversi 1’32” – circa tre secondi meglio di Rea – mentre in testa va in scena un gran duello tra Rea e Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK). Il turco è più veloce del nordirlandese il cui passo però è sufficiente per tenere dietro Toprak: Rea torna a quella vittoria che gli mancava da Gara 1 a Phillip Island nel 2022.

Rea arriva davanti a Razgatlioglu e Danilo Petrucci (Barni Spark Racing Team), anche lui con le intermedie. I primi tre arrivano nell’arco di otto secondi: per il nordirlandese si tratta della 119^ vittoria nel WorldSBK. Razgatlioglu festeggia il suo 21° podio stagionale e 19° consecutivo avvicinandosi ancora al leader della classifica mondiale Alvaro Bautista (Aruba.it Racing WorldSSP Team): ora tra i due ci sono 54 punti.

Scott Redding (ROKiT BMW Motorrad WorldSBK Team) alla fine del giro di riscaldamento decide di rientrare ai box per passare alle intermedie: scatta dalla corsia box e arriva quarto davanti a Iker Lecuona (Team HRC) e Andrea Locatelli (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK). Tra il quarto e il sesto c’è meno di un secondo.

Bassani termina settimo a 23 secondi da Rea: nel corso del giro finale recupera ben tre posizioni ai danni di Loris Baz (Bonovo Action BMW), Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) e Dominique Aegerter (Ten Kate Racing Yamaha). Aegerter, ottavo, precede Lowes e Baz.

Questi sono i primi sei alla fine di Gara 1 del WorldSBK, per la classifica completa clicca qui:

1. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK)

2. Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK) +4.007

3. Danilo Petrucci (Barni Spark Racing Team) +7.939

4. Scott Redding (ROKiT BMW Motorrad WorldSBK Team) +14.736

5. Iker Lecuona (Team HRC) +14.903

6. Andrea Locatelli (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK) +15.690

(Fonte worldsbk.com)

Copyright 2023 © riproduzione riservata MotoriNews24 - Registro Stampa Tribunale di Torino nr. 51/2021 del 15.09.21 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l.