Connettiti con noi

Superbike

Mondiale Superbike a Barcellona: è uno solo il punto di vantaggio di Razgatlioglu su Rea per il Titolo

Pubblicato

su

Mondiale Superbike a Barcellona:
è uno solo il punto di vantaggio di Razgatlioglu su Rea per il Titolo

Il Mondiale Superbike di questo fine settimana nel circuito di Catalunya a Barcellona non poteva che aspettarci che iniziasse con l’abituale Superpole del 6 volte Campione del Mondo Jonathan Rea e invece il pilota della BMW Tom Sykes ha interrotto l’egemonia salendo sul primo gradino del podio seguito da Razgatlioglu e poi da Rea.
Gara1 ha visto sotto una pioggia fitta il trionfo della Ducati. Scott Redding è stato velocissimo e al diciottesimo giro è passato in testa lasciando a ben due secondi da sé Axel Bassani del Team Ducati Motocorsa che è riuscito a salire sul secondo gradino del podio dopo che Razgatlioglu ha dovuto abbandonare la gara a causa di un problema tecnico lasciandogli quindi la possibilità di non dover duellare con la sua Yamaha ma guadagnarsi questo podio con più “facilità”. Terzo posto per Rinaldi con la Ducati del Team Aruba che, dopo essersela vista con Jonathan Rea, è riuscito con molta determinazione a stare davanti al 6 volte Campione del Mondo che chiude con il peggior risultato della sua stagione ovvero al quarto posto a sua detta a causa di un non buon set up della moto. Quinto posto per Van Der Mark, sesto Lowes, settimo Haslam, solo ottavo Sykes, nono Bautista e decimo Davies. Brutta caduta per il pilota statunitense Gerloff che non ha portato a casa nessun punto.
La Superpole Race , la gara sprint ideata per dare spettacolo, in quel di Barcellona ha decisamente ottenuto il suo scopo e si è anche sdoppiata poiché a causa di una caduta che ha visti coinvolti Mahias e Davies con la conseguente bandiera rossa si è svolta in due manche da 5 giri cadauna. Oltre a questo incidente le cadute sono state molte tra cui Locatelli e Nozane che hanno “costretto” Redding a concludere solo quindicesimo per evitare il contatto e una caduta e, infine, i due piloti BMW in un “colpo solo” sono dovuti tornare ai box.
Il duello davvero senza esclusioni di colpi in entrambe le manche, però, è stato tra Rea e Razgatlioglu , i due contendenti il titolo Mondiale. La meglio l’ha avuta Jonathan Rea. Terzo posto per Bautista, quarto Lowes e quinto Rinaldi. Meraviglioso sesto posto per Bassani che nel warm up ha quasi distrutto la sua Yamaha ma il Team è riuscito non solo a sistemarla ma a renderla competitiva. Settimo Haslam, ottavo Gerloff, nono Ponsonn e decimo Mercado.
Gara2 ha visto la rivalsa di Razgatlioglu su Rea ma dovendosi accontentare di un secondo posto poiché i due piloti del Team Ducati Aruba Racing lo hanno preceduto e seguito con una performance sportiva davvero eccellente.
Rinaldi sale sul primo gradino del podio mentre il compagno di squadra Scott Redding ottiene il terzo posto davanti a Bautista che l’anno prossimo prenderà il suo posto in Ducati. Quinto Locatelli. Soltanto sesto Jonathan Rea che al momento sembra essere molto in crisi con la sua Kawasaki.
Un ottimo settimo posto finalmente per Gerloff , il pilota statunitense della Yamaha GRT sta tornando a far parlar di sé e a mostrare tutto il talento che ha da esprimere. Ottavo Bassani, nono Van Der Mark e decimo Nozane.
La gara è stata interrotta nel corso del secondo giro a causa di un brutto incidente tra Mahias che incolpevole ha travolto il pilota BMW Tom Sykes che è stato portato in ospedale poiché rimasto inanimato a bordo pista per diversi minuti. Fortunatamente gli accertamenti hanno confermato che a parte un trauma cranico il pilota sta bene. Anche Lowes il giro prima era stato investito Epis ma senza nessuna conseguenza.
La classifica Mondiale vede nuovamente Razgatlioglu ad un solo punto di vantaggio su Rea e a 59 Redding.
Prossima tappa questo week end (24 settembre 2021) a Jerez dove i due piloti Razgatlioglu e Rea si confronteranno senza esclusioni di colpi e speriamo con tanto spettacolo per gli spettatori e gli appassionati!