Connettiti con noi

Superbike

World Superbike di Magny-Cours: Razgatlioglu s’impone nelle gare e sul titolo Mondiale

Pubblicato

su

World Superbike di Magny-Cours:

Razgatlioglu s’impone nelle gare e sul titolo Mondiale

 

Il Mondiale Superbike di Francia questo week end è iniziato con la Superpole conquistata da Jonathan Rea. Siamo ormai abituati a questi inizi e del resto è l’ottava Superpole consecutiva per il 6 volte Campione del Mondo e tutto , quindi, preannunciava un fine settimana piuttosto “scontato” e già visto.

Ad un solo decimo da Rea il suo avversario più temuto per il titolo Mondiale Razgatlioglu, terzo magnifico posto per la BMW 1000 RR di Tom Sykes, quarto Lorwes, quinto l’italiano Locatelli che sta dimostrando di migliorare di gara in gara, sesto Haslam, settimo Rinaldi e ottavo Redding, le due ducati ufficiali non sono andate forti nelle prove a tempo, Van Der Mark nono e decimo Mahias.

In Gara1 è iniziato lo spettacolo “Yamaha” infatti Razgatlioglu si impone sul primo gradino del podio dopo tre giri di combattimento con Rea che ha dovuto cedergli la prima posizione e, alla fine, anche un vantaggio di ben 5 punti sulla classifica Mondiale.

Terzo posto anche per la Yamaha di Locatelli che sta regalando tante soddisfazioni sia al suo Team che ai tifosi Italiani. Ottimo quarto posto per l’Italiano della Ducati Rinaldi (riconfermato per il 2022 affiancato da Bautista) , quinto Van Der Mark, sesto Bautista, settimo Davies, ottavo Bassani che riesce non solo a lottare quasi ad armi pari con gli altri piloti ma a rimanere in top ten, nono Sykes e decimo Haslam. Scott Redding è sembrato in difficoltà con la sua Ducati fino a questo momento senza essere “di disturbo” a Razgatlioglu e a Rea e in Gara1 è anche scivolato chiudendo al dodicesimo posto.

La Superpole Race si è rivelata come sempre la gara più entusiasmante, spettacolare e adrenalinica di tutte.

Protagonisti Rea e Razgatlioglu , la gara è stata avvincente , incerta nel suo risultato fino all’ultima curva dell’ultimo giro e ha visto questi due piloti esprimere il meglio di sé in un duello mozzafiato e leggendario.

Rea è partito a cannone inseguito da Razgatlioglu che ha cercato di imporsi come in Gara1 ma il 6 volte Campione del Mondo ha spinto fortissimo fino a segnare il nuovo record della pista (1’36’’374).  I due piloti si sono alternati in sorpassi continui e all’ultimo giro Rea scavalca Razgatlioglu e sembra quindi imporsi sul primo gradino del podio ma due curve dopo lascia uno spiraglio al pilota della Yamaha che si infila e passa davanti a lui sul traguardo! Terzo Lowes, bellissimo quarto posto per Locatelli che “si mette alle spalle” Redding.  Sesto Van Der Mark, settimo Bautista che, nonostante il nuovo contratto per il 2022 con Ducati sta guidando al massimo la Honda, ottavo Davies, nono Haslam e solo decimo Rinaldi.

Gara2 rivede come protagonisti Rea e Razgatlioglu che si sono sfidati nella correttezza più assoluta ma senza esclusione di colpi fino alla fine. Purtroppo il sei volte Campione del Mondo a sette giri dalla fine ha iniziato a dover fare i conti con l’usura delle gomme e quindi a “mollare” il colpo permettendo al turco della Yamaha di conquistare il primo posto e a portarsi a ben 13 punti dalla lui nella classifica Mondiale.

Un solitario terzo posto per Redding che sembra ritrovare con la sua Ducati il feeling con il circuito di Magny-Cours che aveva affermato di aver perso durante questo fine settimana proprio il giorno prima.

Quarto posto a cui ormai sembra essere affezionato per Locatelli, quinto e ottimo posto per Davies, soddisfacente sesto per Bautista con la Honda e deludente settimo posto per Rinaldi. Ottavo Van Der Mark che ha avuto verso metà gara un contatto con Locatelli e per miracolo è rimasto in piedi terminando la gara con questa buona e quindi inaspettata posizione, nono Gerloff e decimo Sykes.

Prossima gara in Catalunya il 17 settembre.

Tv Motori

Copyright © 2021 MotoriNews24 - Registro Stampa Tribunale di Torino nr. 51/2021 del 15.09.21 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l.