Connettiti con noi

Superbike

Mondiale Superbike a Most : Bautista si aggiudica Gara 1 e regala il millesimo podio a Ducati

Pubblicato

su

Mondiale Superbike a Most : Bautista si aggiudica Gara 1 e regala il millesimo podio a Ducati

La Tissot Superpole del Round Prosecco DOC della Repubblica Ceca all’Autodrom Most valido per il Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike 2022 è avvincente fin dal via. C’è il rischio pioggia e allora i piloti devono subito iniziare a girare. Con le gomme SCQ non disponibili e la gomma SCX utilizzabile solo in Superpole e Superpole Race, la sessione si conclude con il nuovo giro record firmato da Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) che in 1’30.947 va a prendersi la seconda pole position consecutiva a Most.

Per evitare di andare incontro al rischio pioggia in tanti decidono di scendere subito in pista mentre Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK), Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) e il suo compagno di box Alex Lowes attendono un po’. Il leader della classifica mondiale Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) realizza un 1’32.608 mentre Razgatlioglu ferma il tempo sul giro in 1’31.578.

Rea si porta al secondo posto davanti a Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) mentre Lucas Mahias (Kawasaki Puccetti Racing) è quarto, poi scalzato da Bautista, Lowes e Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK). Loris Baz (Bonovo Action BMW) alla fine del primo stint ha il nono tempo e si mette alle spalle Xavi Vierge (Team HRC). Scott Redding (BMW Motorrad WorldSBK Team) si porta in terza posizione.

È il momento di andare a caccia della pole e Rea è uno dei primi a prendere la via della pista. Il nordirlandese va forte e rischia alla curva 13 compromettendo l’ottimo giro che sta realizzando. La pole provvisoria è di Alvaro Bautista, poi scavalcato da Razgatlioglu e Rea che in 1’30.947 firma il record di tutti i tempi.

 Seconda pole position consecutiva a Most e 38^ in carriera per il sei volte campione del mondo che è davvero inarrestabile. Dietro di lui partiranno Razgatlioglu – alla 12^ prima fila consecutiva in carriera e staccato di 330 millesimi da Rea – e Rinaldi che non partiva dalla prima fila dal 2020 nel Round andato in scena al MotorLand Aragon.

 Ad aprire la seconda fila sarà il leader della classifica mondiale Alvaro Bautista, superato nelle fasi finali dal compagno di box Rinaldi. Alex Lowes conclude la sessione con il quinto tempo davanti allo statunitense Garrett Gerloff (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team).

Scott Redding firma il settimo tempo con cui si mette alle spalle Locatelli e Axel Bassani (Motocorsa Racing). Lucas Mahias conquista la sua prima top ten stagionale in Superpole.

 Per la classifica completa clicca qui

Ed in Gara 1 lo spagnolo Alvaro Bautista che scatta dalla seconda fila riesce a vincere e a regalare una storica gioia alla Casa emiliana.

Momento storico al termine di Gara 1 del Round Prosecco DOC della Repubblica Ceca con Ducati che conquista il podio numero 1000 nella storia del Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike grazie alla vittoria di Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) che all’Autodrom Most parte dalla seconda fila.

 Redding si conferma nelle posizioni che contano

Bautista ben presto riduce le distanze nei confronti di Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) e Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK); all’11° giro alla curva 20 si mette alle spalle il campione del mondo e poi si ripete alla curva 1 nei confronti di Rea. In seguito allunga, porta a oltre due secondi il vantaggio sugli inseguitori e va a prendersi il settimo successo di questo 2022 e il 23° in carriera. Per Ducati si tratta del podio numero 1000.

La lotta per il podio si decide all’ultimo giro e vede protagonisti Razgatlioglu, Scott Redding (BMW Motorrad WorldSBK Team) e Rea. Razgatlioglu compie un gran sorpasso sul pilota inglese all’ultimo giro alla curva 13, Redding va leggermente largo e Rea ne approfitta per ridurre le distanze nei confronti del pilota BMW. Alla curva 15 Redding resiste agli attacchi di Rea e sale sul podio alle spalle di Razgatlioglu che ora vanta 67 podi in carriera nel WorldSBK mentre Redding si trova a quota 39.

Bassani miglior pilota Indipendente, quinto posto per il pilota del Team Motocorsa Racing che ancora una volta è il miglior pilota Indipendente. Dietro al veneto ecco Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) e Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati), partito dalla terza casella.

 Alla sua prima volta all’Autodrom Most, Iker Lecuona (Team HRC) con l’ottavo posto odierno porta a casa un altro piazzamento in top ten. Nona posizione per Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) mentre Garrett Gerloff (GYTR GRY Yamaha WorldSBK Team) completa la top ten.

Per la classifica completa clicca qui

(Fonte worldsbk.com)