Moto2, Jerez, Nagashima: «L’importante è aver mantenuto la leadership»

Nagashima finisce fuori dalla top ten ma mantiene la leadership in classifica Moto2

A Jerez de la Frontera, Tetsuta Nagashima non è riuscito a mantenere le premesse da protagonista delle ultime gare, faticando più del dovuto. L’incidente patito nelle FP3, unito al caldo torrido del weekend, ha indubbiamente influenzato la sua gara, conclusasi all’undicesimo posto. Una posizione non certamente entusiasmante per il leader del campionato Moto2 ma, date le premesse di qualifiche e Prove Libere, la rimonta dal 15°, ma anche 19° posto, fino a un gradino dalla top ten, deve essere accolta come una rimonta rincuorante. I punti di vantaggio persi da Bastianini e Marini sono stati tanti ma nulla è compromesso e da Brno partirà la rivincita.

Così il pilota giapponese a fine gara: «Ci ho provato, ho dato tutto quello che avevo in gara. Certo, ci aspettavamo qualcosa di più di un 11° posto, ma l’importante è aver conservato la leadership iridata». Dichiarazioni che fanno il paio con quelle di Aki Ajo: «Sabato Tetsuta è caduto e ha picchiato forte la testa. È riuscito però a lottare e a guadagnare quei punti che gli permettono di rimanere ancora al comando in classifica iridata. Vista la situazione, dobbiamo esserne contenti».