Moto2, la “prima” di Jorge Martin: «Hanno dubitato di me, ora sanno che ci sono»

Jorge Martin, pilota spagnolo di Moto2

Il pilota della Red Bull KTM Ajo, Jorge Martin, ha conquistato il suo primo successo in Moto2 davanti al nuovo leader iridato Luca Marini

In una gara interrotta da un importante incidente, quello occorso al 26 enne pilota malese Hafizh Syahrin, ieri è arrivato il primo successo Moto2 di Jorge Martín. L’alfiere Red Bull KTM Ajo ha vinto sul tracciato austriaco, “casa madre” del suo team, dominando dall’inizio fino al traguardo. Grazie al secondo posto dietro allo spagnolo, invece, Luca Marini è diventato il nuovo leader iridato, approfittando degli zero punti ottenuti da Bastianini, anche lui uscito anzitempo dalla gara a causa del medesimo incidente patito dal malese. Con la vittoria di ieri, Martin è salito a 59 punti, a 19 punti dall’italiano. La scalata, per lo spagnolo, è iniziata.

«Non è stato semplice, non solo per la tensione, ma anche per le gomme: ho cambiato l’anteriore per averla più fresca ma non è andata benissimo: sono comunque riuscito a gestirla al meglio nonostante tutto». Una gara condotta in testa dall’inizio alla fine, resa comunque non semplicissima dagli attacchi continui di Marini: «All’inizio mi ha reso la vita difficile. Sono riuscito poi ad impostare un buon ritmo e ad accumulare del margine. Il finale è stato complicato, a due giri dalla fine ho rischiato di cadere».

Il primo successo in categoria è frutto del lavoro, della perseveranza e dell’abnegazione: «Molte persone hanno dubitato di me, mettendo in dubbio le mie qualità. Nessuno però sa cosa succede all’interno di un box e adesso hanno visto il nostro lavoro. Questo fine settimana è stato uno dei migliori della mia vita. Ora tutti sanno che io ci sono. Dobbiamo recuperare punti, sarà importante non commettere errori nelle prossime gare. Sembra che il campionato sia lungo, ma non lo è così tanto».