Moto3, Bulega: «Cerco la condizione giusta prima di passare in Moto2»

NICCOLO BULEGA MOTEGI
@KTM

Il giovane pilota dello Sky Racing Team parla del suo attuale momento di difficoltà

Niccolò Bulega ha solo 18 anni ed è arrivato in Moto3 con l’etichetta pesante dell’essere il nuovo Valentino Rossi. Nel 2016, anno del suo esordio, alla quarta gara di Jerez ha conquistato il suo primo podio, facendo presagire grandi cose. Il suo anno da rookie si concluse con un settimo posto: si aspettavano grandi cose per lui nell’anno 2017 ma la KTM non si è rivelata al livello della Honda. Il 2018 doveva essere l’anno della svolta, ma anche questa volta niente.

Bulega viene chiesto di riassumere le proprie difficoltà: «Sicuramente stiamo avendo un momento di difficoltà. E’ ovvio e si vede. Purtroppo abbiamo un problema con l’anteriore della KTM di quest’anno, che mi impedisce di guidare in maniera naturale. Ogni volta che entro in curva, l’anteriore inizia a muoversi e finisco un po’ largo. Prima del Mugello abbiamo fatto un test a Barcellona nel quale la moto era migliorata abbastanza, anche solo facendo alcune modifiche di set-up, ed avevo girato a tre decimi dai più veloci, quindi spero possa essere utile per il futuro».

L’intervista procede con la domanda successiva sulla sua statura: «In realtà ero già alto così anche l’anno scorso. E’ vero che peso un po’ di più, perché ho preso un po’ di massa muscolare, ma non ci posso fare niente. Sto cercando di fare una dieta, ma sono alto 1,81 e quindi faccio fatica a pesare meno di 66-67 chili». Per ultima gli viene fatta una domanda sul suo probabile passaggio in Moto2: «E’ una cosa che ora mi pare difficile, ma perché stiamo vivendo un momento di difficoltà. Però penso anche che non sia un Mondiale così segnato. Martin potrebbe essere uno che fa la differenza, ma per il momento non c’è ancora riuscito, quindi è ancora tutto molto aperto. Se riusciamo a trovare la via giusta, penso che possiamo ancora tornare nelle posizioni che contano e fare delle belle gare prima di passare in Moto2 il prossimo anno».