Moto3, il team SIC58 Squadra Corse si presenta a Misano

Per il secondo anno consecutivo, il Team di Paolo Simoncelli correrà in Moto3 con ambizioni superiori rispetto all’anno scorso e la partecipazione della scuderia anche per quanto concerne l’European Talent Cup e il CEV

All’interno del circuito di Misano, proprio tra le mura della Galleria di Marco, è stato presentato il nuovo ambizioso progetto del Sic58 Squadre Corse, che sarà nuovamente impegnato in Moto3 con il confermatissimo (a differenza del partente italo-statunitense Arbolino) Tatsuki Suzuki e la scommessa Niccolò Antonelli, convinto di aver trovato il giusto ambiente per sbocciare definitivamente. Inoltre, il Team italiano nella pista dedicata al compianto Marco Simoncelli, ha presentato anche le linee guide e le moto impegnate nell’European Talent Cup, con Matteo Bertellle, Mattia Falzone  e Matteo Patacca sugli scudi, e nel CEV con i talenti Yari Montella e Bruno Palazzese Leraci.

In questa splendida cornice, Paolo Simoncelli ha dichiarato: «La differenza dallo scorso anno è che siamo più vecchi, ma siamo più sicuri di noi stessi. L’anno scorso eravamo tutti un po’ storditi dal debutto, ma abbiamo capito che possiamo fare bene avendo un buon potenziale, e questo ci da sicurezza. La squadra è stata rifondata»

Il romano, ha avuto anche un pensiero sui piloti che correranno nell’ex 125 ad incominciare dal talento inespresso Antonelli: «Sono felice che ci abbia scelto e credo che ci troveremo molto bene. La differenza in questo mestiere la fa il polso e quindi il pilota, e credo lui abbia trovato l’ambiente giusto in cui può dare davvero il massimo».

Mentre sulla rivelazione dello scorso anno, il simpaticissimo Suzuki, ha espresso: «Tatsu sarà una sorpresa dato che i primi due anni in categoria è come se non li avesse fatti visto il poco supporto, mentre l’anno scorso con noi ha assorbito tutto ciò che gli è stato detto e sono convinto che possa fare molto bene. L’obiettivo generale è vincere».

Anche se il Team Sic58 non condividerà più la base logistica con quella di Fausto Gresini, l’ex mentore di Marco Simoncelli avrà sempre un ruolo fondamentale di supporto nella squadra: «Sono felice di rimanere vicino a Paolo per tante ragioni. Voglio accompagnarlo in questo percorso restando dove lui mi ha voluto; abbiamo condiviso momenti difficili, ed ora vogliamo condividerne anche di piacevoli».

Niccolò Antonelli, voglioso di questa nuova esperienza, afferma: «Su consiglio di Paolo ho iniziato a mangiare di più e ho preso quattro chili e la prima volta che sono salito in moto ho pensato solo a divertirmi. Voglio tornare davanti, poi vedremo; Tatsuki è simpatico e veloce, sarà un piacere aiutarci».

Mentre il jappo–riccionese Tatsuki Suzuki, come soprannominato da Paolo Simoncelli, sia augura di perdere meno punti in ingenuità e che il prodotto sia ancora più competitivo: «L’anno scorso sono caduto troppo, quest’anno voglio migliorare e spero che tutti e due saremo molto veloci».