Connettiti con noi

MotoGP

MotoGP, aspettative alte in casa Suzuki

Pubblicato

su

Dopo un 2021 difficile, in casa Suzuki è tutto pronto per il campionato di MotoGP 2022: presentata la nuova GSX-RR 2022

Non si può dire che la stagione 2021 sia stata la migliore di Suzuki negli ultimi anni. Dopo l’addio di Davide Brivio, la casa di Hamamatsu ha pagato un po’ dazio per non averlo sostituito, ma adesso sono tutti pronti per la nuova stagione di MotoGP che è alle porte. Le aspettative dei piloti e di tutto l’ambiente Suzuki sono molto alte: l’obiettivo è riscattare un anno al di sotto delle aspettative – al netto del 3° posto nel mondiale di Mir – e fare del proprio meglio per essere competitivi in pista. A Sepang, dove domani e domenica ci saranno i test ufficiali, è stata presentata ufficialmente la nuova GSX-RR 2022.

Entrambi i piloti sono pronti ad affrontare la nuova sfida, con l’idea di fare bene fin da subito. «Mi sono preso del tempo durante l’inverno per rilassarmi e staccare la spina dopo una stagione difficile del 2021. Sono stato felice di finire 3° in campionato, ma ho fame di più, ed era importante resettare in modo da potermi concentrare al 100% per raggiungere il mio massimo. Il mio allenamento pre-stagionale è andato bene e mi sento in forma. Non vedo l’ora di tornare in sella alla mia moto, i test che si sono svolti alla fine dello scorso anno hanno mostrato un miglioramento delle prestazioni di cui sono contento, quindi ora è il momento di mostrare la nuova livrea e anticipare più giri la stagione inizia tra circa un mese» ha spiegato Joan Mir.

Alex Rins: «Sono davvero felice di essere vicino all’inizio di una nuova stagione. Mi sono allenato molto durante la pausa, non solo in palestra ma anche sulla mia moto stradale. Tuttavia, niente è paragonabile alla nostra bici da corsa sui circuiti. È bello ritrovarsi con la squadra, siamo tutti concentrati sullo stesso obiettivo e confido in loro, abbiamo tutti dimostrato di essere pronti a fare grandi cose. I giorni di test saranno importanti, ma non vediamo l’ora della prima gara in Qatar».