MotoGP, Carlo Fiorani di Honda smentisce la trattativa con Dovizioso 

Il manager di Honda ha smentito in TV l’esistenza di una vera trattativa con Andrea Dovizioso per il passaggio in HRC

Nel pianeta MotoGP tutti parlano con tutti, ma solo poche volte queste chiacchierate da paddock diventano delle serie trattative per una sella nella stagione successiva. Questa è l’immagine che ha restituito Carlo Fiorani, manager di Honda, durante il suo intervento alla trasmissione TV Paddock. Nel particolare, Fiorani ha voluto prendere posizione riguardo i rumors che avrebbero voluto un forte interessamento di Honda nei confronti di Andrea Dovizioso per metterlo al fianco di Marc Marquez nel 2019. La possibilità non è stata del tutto scartata, ma di fatto dopo le dichiarazioni di Fiorani la posizione di Ducati nei confronti del pilota di Forlì appare più forte.

Intervistato riguardo il futuro compagno di team di Marquez, queste sono state le sue parole: «Per definire la nostra squadra si dovrà aspettare ancora. Le chiacchiere su Dovizioso e Honda sono molto fantasiose da un certo punto di vista, non ci siamo mai messi a tavolino a discutere. Nel Paddock tutti parlano con tutti, ma la situazione è simile a quella di Johann Zarco. Tutti erano convinti che sarebbe venuto in Honda, ma c’era stata solo una chiacchierata da Paddock in Qatar tra Puig e Zarco, che si erano incontrati in pubblico. Da lì è nata l’ipotesi, ma noi abbiamo sempre sottolineato che non c’è mai stato un approccio ufficiale».

L’attenzione viene poi riportata sull’ipotesi Dovizioso, e Fiorani ha confermato che Honda non è entrata in gamba tesa su Ducati, tenendosi in disparte durante le trattative tra le parti: «Per Dovi, la logica sarebbe di vederlo firmare con Ducati, noi non stiamo facendo alcuna azione di disturbo». Scartata, almeno per adesso, l’ipotesi Dovizioso, resta ancora da capire chi sarà il compagno di Marquez nel 2019, anche se tutti gli indizi conducono alla prosecuzione dell’accordo con Pedrosa: «La logica suggerisce di iniziare una trattativa seria con Dani Pedrosa per il 2019 e poi ragionare per il futuro. Questo futuro dovrebbe essere uno dei piloti giovani che vengono dalla Moto2. Dani è veloce, è sempre vicino e anche a Jerez, prima della caduta, era davanti. E’ un pilota affidabile e una spalla perfetta per Marquez».

Carlo Fiorani con queste parole lascia dunque campo libero alla trattativa tra Ducati e Dovizioso, lasciando intendere che non ci sia in questo momento alcuna reale intromissione di Honda. Questo ruolo in questo momento potrebbe dunque essere recitato solo da Suzuki, che messo sotto contratto Rins, ha ancora una moto da assegnare e tiene in bilico tre piloti, ovvero Iannone, Dovizioso e probabilmente anche Lorenzo. In chiusura del suo intervento, Fiorani ha anche confermato che nonostante la brutta caduta al Mugello nei test, Marquez sta benissimo e subito dopo la scivolata è rientrato in pista segnando un tempo da riferimento.