MotoGP, Dovizioso: «Sono deluso ma Marquez ha stracciato tutti, non solo noi»

Andrea Dovizioso riconosce la superiorità di Marc Marquez, non nascondendo una palese delusione per il distacco imponente dallo spagnolo

Se non succederà nulla di eclatante, ma in negativo, Andrea Dovizioso dovrebbe chiudere, per il terzo anno consecutivo, il suo Mondiale in seconda posizione dietro a Marc Marquez. Il distacco maturato dal neo Campione del Mondo – 110 punti al momento – è un risultato, obiettivamente, ben al di sotto delle aspettative, soprattutto se rapportato con quello delle scorse stagioni. La superiorità dello spagnolo ha prevalso ancora una volta e non sono bastati la salad box, le appendici aerodinamiche, il dispositivo holeshot, tutto il sistema di rinnovamento messo in pista dalla Ducati.

Una battaglia, essenzialmente, naufragata al Sachsenring. Dal prossimo GP, però, Dovizioso e la Ducati promettono di garantire il massimo sforzo per provare a concludere al meglio questa fallimentare stagione, testando sempre nuovi soluzioni per migliorare: «È chiaro che se parti con l’intenzione di conquistare il titolo non puoi che essere deluso. Anche perché il distacco è aumentato rispetto agli ultimi due anni, invece di diminuire. Marquez ha stracciato tutti, non solo noi, ormai non mi sorprende neanche più: se siamo un’altra volta secondi qualcosa dovrà pur significare... In Ducati si lavora senza sosta per migliorare: ma non è così semplice e immediato».