MotoGP, Vinales apre all’addio: «Potrei lasciare la Yamaha»

Insoddisfatto dei risultati in Yamaha, Vinales lascia dubbi sul suo futuro, aprendo alla possibilità di lasciare la scuderia di Iwata

Quarto in classifica piloti a soli quattro punti dal potenziale terzo posto del podio, attualmente occupato da Alex Rins, Maverick Vinales è reduce dal terzo posto del Gran Premio di Thailandia. Nonostante le ultime prestazioni siano state piuttosto convincenti, anche se non eccellenti, lo spagnolo si è dimostrato critico nei confronti della scuderia di Iwata. L’appello a lavorare di più ha un significato ben preciso: Vinales non è pienamente soddisfatto della sua attuale condizione e sta meditando che cosa si possa fare per migliorare.

Costretto a convivere fin da inizio stagione con il problema legato alla mancanza di trazione nei primi giri, Vinales ha iniziato a guardarsi intorno, soprattutto alla luce dei rumors che vorrebbero un salto di Fabio Quartararo sulla moto ufficiale e una permanenza di Valentino Rossi. Il suo contratto scadrà nel 2020, ma il mercato piloti per la prossima stagione e per il 2021 è in pieno fermento: «Ora come ora io e Quartararo stiamo facendo la differenza ma il futuro non è mai noto. Alla fine dovremo scegliere ciò che è meglio per ognuno e, attualmente, non so se la cosa migliore ora sia restare alla Yamaha». Dichiarazioni, indubbiamente, forti che sembrano confermare le voci di un possibile interessamento da parte di Suzuki e Ducati.