MotoGP Motegi, Dovizioso preoccupato dalle gomme: «Troppo degrado al posteriore»

DUCATI JORGE LORENZO
@DUCATI

Il freddo e la pioggia di Motegi non fermano Dovizioso e Lorenzo, che volano con le Ducati Factory in prima e quarta posizione nelle libere. Si lavora per la gara

Il venerdì non si fanno punti e non si sale su nessun podio, ma partire con il piede giusto è importante per tutti i piloti ed i team. E in Ducati possono assolutamente ritenersi soddisfatti di come è partito il weekend di Motegi, con tre Desmosedici GP17 nei primi sei e le due moto del Team Factory in prima e quarta posizione. Andrea Dovizioso si è infatti issato in cima alla lista dei tempi nella classifica combinata delle due sessioni di libere, dopo un duello con Marc Marquez sul filo dei centesimi. Ottima anche la prestazione di Jorge Lorenzo, che conferma a Motegi l’ottimo feeling con la Ducati in caso di pioggia, esattamente come fatto in gara a Misano mentre era in fuga prima di cadere.

Ma non sono solo rose e Dovizioso fa il punto della situazione specificando quali siano gli aspetti delle moto su cui si dovrà lavorare per far un netto passo in avanti ed avere ambizioni di vittoria in Giappone: «Sono molto contento del mio venerdì qui a Motegi perché siamo partiti subito veloci. Avevamo qualche dubbio sul grip, ma ho trovato un buon feeling già questa mattina, oggi pomeriggio ho confermato la mia velocità e, cosa ancora più importante, ho fatto il mio miglior tempo subito, all’inizio del turno». Il rider della Ducati è consapevole di avere un’ottima base ma c’è un aspetto in particolare che lo preoccupa in vista della gara: «Abbiamo iniziato davvero molto bene e abbiamo già una buona base: ora dobbiamo lavorare ancora sulle rifiniture perché il degrado della gomma posteriore, nonostante abbiamo usato la più dura a disposizione, è comunque molto importante».

Grandissima soddisfazione anche per Jorge Lorenzo, quarto al termine delle libere nonostante un incidente causato da Cal Crutchlow che avrebbe potuto avere conseguenze molto più gravi ma che si è fortunatamente risolto senza problemi per lo spagnolo: «Oggi pioveva davvero tanto e la pista era in condizioni molto difficili, ma sono abbastanza soddisfatto perché sono davanti, insieme ai piloti più veloci, ed iniziare così il venerdì è sempre un buon segno. Nel pomeriggio abbiamo migliorato la moto e ho girato con un buon ritmo». Jorge Lorenzo parla così dell’episodio con Crutchlow: «Questa mattina ho avuto fortuna perché, quando la moto di Crutchlow mi ha colpito e sono caduto, mi sarei potuto fare davvero male. Per fortuna alla fine, a parte la botta che ho preso, non ho nulla di grave. Per quanto riguarda domani, se il meteo sarà ancora lo stesso, il mio obiettivo sarà seguire la stessa linea di oggi».