MotoGP, Colin Edwards: «Rossi potrebbe guidare per altri dieci anni»

L’ex pilota di MotoGP e SBK esprime il suo pensiero su Vinales, Marquez e Rossi, tutti piloti che si giocheranno il mondiale in questa imprevedibile e interessante annata

Colin Edwards è ancora un protagonista del Motomondiale. Dopo il ritiro dal mondo delle corse grazie alla cura del suo Ranch, il Texas Tornado Boot Camp, il pilota statunitense è un punto di riferimento molto importante ed autorevole nel mondo della MotoGP. La sua personale pista è divenuta una specie di meta turistica e punto di svago e allenamento per molti atleti delle due ruote: di qui sono passati Valentino Rossi e Casey Stoner, più di recente invece anche i due piloti Tech3 Johann Zarco e Hafizh Syahrin.

Edwards ha espresso le sue sensazioni sul suo ex compagno di team in Yamaha, descrivendo Valentino Rossi con parole al miele: «Valentino sarà sempre uno dei favoriti al titolo. Potrebbe continuare senza patemi a guidare una MotoGP per altri dieci anni, se solo lo volesse. È il classico pilota della domenica. Quando è ora, è sempre tra le prime posizioni, è un’animale da gara».

Ecco cosa pensa l’ex due volte campione della Superbike su i due più futuribili fenomeni spagnoli in circolazione, Vinales e Marquez: «Vinales ha un buon pacchetto in generale. Mi piace parecchio il suo stile di guida. Lui è molto pragmatico e ha un futuro decisamente roseo davanti a sé. Marquez è già una leggenda, lo sappiamo tutti. Se qualcuno si trova davanti a lui, anche solo per un frangente, deve recuperarlo e superarlo per forza, anche se restassero pochi secondi dalla fine del GP. Marc è un bravo ragazzo, non un’egoista come lo credono in tanti, è un fuoriclasse. Ma ora la gente parla di Maverick».