MotoGP, ecco il nuovo calendario: GP Thailandia a ottobre, Aragon a settembre

motogp

Con l’annullamento del GP del Qatar (per MotoGP) e il rinvio del GP di Thailandia, è stato necessario riprogrammare il calendario. Ecco le novità

L’emergenza Coronavirus ha costretto gli organizzatori della MotoGP, e non solo, a rivedere il calendario della stagione 2020, dopo la decisione dell’annullamento della gara della classe regina in Qatar (mentre Moto2 e Moto3 si svolgeranno regolarmente) e l’ufficializzazione del rinvio del GP di Thailandia, in programma il prossimo 22 marzo. Per questo, si è reso necessario un intervento immediato, allo scopo di riprogrammare gli eventi: il Gran Premio di Buriram, dunque, slitterà al weekend del 2-4 ottobre, quando si sarebbe dovuto correre ad Aragon, mentre questo verrà anticipato di sette giorni, nel weekend del 25-27 settembre.  A questo punto, la stagione della MotoGP dovrebbe aprirsi il 5 aprile sul Circuito delle Americhe, ma con l’ombra del Coronavirus che si staglia sugli Stati Uniti, non è da escludere qualche ulteriore modifica. Ecco il calendario aggiornato:

  • 5 aprile STATI UNITI al Circuit of the Americas
  • 19 aprile ARGENTINA a Termas de Rio Hondo
  • 3 maggio SPAGNA al Circuito de Jerez – Ángel Nieto
  • 17 maggio FRANACIA a Le Mans
  • 31 maggio ITALIA all’Autodromo del Mugello
  • 7 giugno CATALOGNA al circuito di Barcellona
  • 21 giugno GERMANIA al Sachsenring
  • 28 giugno OLANDA ad Assen
  • 12 luglio FINLANDIA al KymiRing
  • 9 agosto REPUBBLICA CECA a Brno
  • 16 agosto AUSTRIA al Red Bull Ring-Spielberg
  • 30 agosto GRAN BRETAGNA a Silverstone
  • 13 settembre SAN MARINO al Misano World Circuit Marco Simoncelli
  • 27 settembre ARAGÓN al MotorLand Aragón 
  • 4 ottobre THAILANDIA al Chang International Circuit 
  • 18 ottobre GIAPPONE al Twin Ring Motegi
  • 25 ottobre AUSTRALIA a Philip Island
  • 1 novembre MALESIA al Sepang International Circuit
  • 15 novembre VALENCIA al Comunitat Valenciana-Ricardo Tormo