MotoGP, Marquez su Dovizioso: «È migliorato molto: ora è lui il più pericoloso»

Giunti a pochi giorni dal terzo round di stagione, Marquez traccia un quadro sui suoi avversari, in particolare su quello più temuto di tutti: Andrea Dovizioso

Quando mancano ormai pochi giorni alla terza gara ufficiale di stagione in MotoGP, in programma ad Austin, Texas, il prossimo weekend, il leader di classifica, Marc Marquez, cerca la conferma dopo la superba vittoria ottenuta in Sud America. Con il successo di Termas de Rio Hondo, lo spagnolo è riuscito ad aggiudicarsi la testa, con 4 punti di vantaggio su Andrea Dovizioso e 14 su Valentino Rossi. Nonostante la storia recente insegni come il tracciato statunitense sia piuttosto favorevole al Campione del Mondo, Marquez non vuole per nulla abbassare la guardia, focalizzando la sua attenzione sul suo diretto concorrente: «Dovizioso è il mio avversario più forte e arriva da due anni decisamente positivi, nei quali ha accumulato esperienza».

Parole al miele per Dovizioso, dunque, a suo dire, migliorato di molto rispetto alle scorse stagioni: «Penso che Andrea stia migliorando sui suoi punti deboli. Nelle ultime due annate ci sono state tre o quattro piste su cui ha faticato parecchio e gli errori gli sono costati tanti punti: ha lavorato molto su questo aspetto e ora è migliorato, è diventato più costante. Questo lo rende l’avversario più pericoloso per il campionato, perché riesce a soffrire di meno: non a caso ha già ottenuto un terzo posto in Argentina». Dichiarazioni, invece, meno edulcorate per l’altro grande avversario di turno, Valentino Rossi, leggermente snobbato dallo spagnolo, per via dei problemi riscontrati con la Yamaha nell’ultimo periodo: «La Yamaha e Valentino non sono costanti, ma nonostante questo possono essere comunque veloci. La cosa curiosa è che i nomi sono sempre gli stessi: nel 2018 abbiamo finito la stagione con me, Dovi e Valentino ai primi tre posti. E ora siamo di nuovo lì a combattere, noi tre».