MotoGP, Marquez e quel tweet per Buffon: «Sei un esempio»

@TWITTER

Il campione del mondo ha voluto rendere omaggio su Twitter al capitano della Nazionale italiana di calcio dopo la mancata qualificazione ai Mondiali in Russia

Il rispetto tra i campioni di solito è sempre molto alto. Chi si trova al vertice in un particolare sport sa molto bene cosa serve per eccellere, i sacrifici e la fatica che sono necessari per raggiungere certi obiettivi e spesso prova ammirazione per chi è in grado di ottenere risultati altrettanto importanti in un’ altra disciplina. Di frequente si è visto il fenomeno di questo o quello sport rendere omaggio direttamente o via social network ad un collega e questo è proprio quello che è successo in questi giorni tra Marc Marquez e Gianluigi Buffon, due leggende nei rispettivi settori di competenza che non hanno bisogno di presentazioni.

L’eliminazione della Nazionale italiana di calcio e le lacrime di capitan Buffon nel dopo partita hanno colpito tutti e proprio Marc Marquez, 15 anni più giovane del portiere azzurro, ha voluto rincuorare via social network uno dei suoi idoli sportivi. Così ha preso il suo smartphone e ha twittato: «Grande Gianluigi Buffon! Esempio di atleta e persona! Senza parole…». Il tutto accompagnato da due hashtag quanto mai significativi,#respect #legend, e dalla foto di Buffon in lacrime al termine dello sfortunato match con la Svezia mentre viene consolato all’uscita dal campo dal suo pari ruolo scandinavo. Un bel messaggio, scritto da un campione, Marquez, che con l’Italia ha avuto un rapporto sempre particolare per via delle sfide che spesso lo hanno opposto ai piloti del nostro paese, da Iannone a Rossi a Dovizioso. In questo caso però il suo gesto è stato apprezzato universalmente, con tanti tifosi anche italiani che hanno commentato il suo tweet complimentandosi con lui per la sportività. Tra i commenti più ispirati anche qualcuno che si è divertito a paragonare le parate di Buffon ai recuperi in pista di Marc da situazioni in cui la caduta sembra ormai inevitabile: Marquez e Gigi, due campionissimi che di ‘salvataggi’ se ne intendono.