MotoGP, Marquez: «In Germania il meteo può svolgere un ruolo importante»

Il campione del mondo vuole tenere tutti in allerta verso il prossimo GP tedesco: su questo tracciato è apparso imbattibile negli ultimi anni

Pare un’utopia un possibile fallimento di Marc Marquez al Sachsenring. Il pilota attualmente primo in classifica, arriva da un pazzesco filotto di otto vittorie consecutive e altrettante Pole Position. Dire che è la sua pista preferita è un’ovvietà. Proprio per queste sontuose statistiche, il pilota di punta della Honda non vuole cali di concentrazione, perchè questa è un’allettante possibilità di ampliare il margine di vantaggio in classifica, per continuare la scalata verso la vittoria finale. In Olanda, il pilota 25enne ha vinto una gara difficilissima, visto che in quella circostanza c’erano parecchi piloti al top della forma e del feeling con il loro bolide, dimostrando una pregevole lettura della parte finale del GP, frutto di un acume tattico fuori dalla norma. Invece, sulla carta nel prossimo appuntamento dovrebbe essere più agevole il suo compito.

Ecco le dichiarazioni pretattiche di Marquez, che vuole tenere alta l’attenzione del Team, nonostante i clamorosi risultati ottenuti in questo circuito: «Il primo posto che abbiamo centrato ad Assen è stato fondamentale, perché è stata una gara in cui l’errore era dietro l’angolo, ma invece siamo stati in grado di fortificare il nostro vantaggio nella graduatoria. Ora andiamo in una pista molto differente dalla precedente, nella quale siamo stati piuttosto performanti negli ultimi anni, ma ciò non significa nulla, ogni anno ha la sua storia, potreste obiettare che ripeto spesso questa idea, ma è semplicemente la verità. Il meteo potrebbe svolgere un ruolo importante, come abbiamo visto in passato. Se è piovoso o misto tutto cambierà molto rapidamente e bisogna essere pronti, quindi vedremo, andremo là e cercheremo di trovare immediatamente il giusto Set-up e di essere al top fin dall’inizio del weekend, poi domenica cercheremo di combattere per il podio come sempre».