MotoGP, Marc sull’arrivo di Alex: «Contento ma sarebbe stato meglio fosse andato altrove»

Il Campione del Mondo, Marc Marquez, ha ben accolto il fratello nella sua scuderia, ma non è così convinto si sia trattato della scelta più giusta

Sul tracciato che ha visto l’ultimo Gran Premio della stagione 2019, si è virtualmente aperta la stagione 2020, con la due giorni di test in programma al “Ricardo Tormo” di Valencia. Ci si sarebbe aspettati, probabilmente, l’ennesimo exploit del Campione del Mondo Marc Marquez, invece si è registrato l’altrettanto ennesimo, come ultimamente accaduto, dominio Yamaha. Interpellato sul passaggio del fratello Alex nella sua scuderia, Marc ha commentato così: «Quando Honda ha preso in considerazione Alex Marquez come compagno di squadra, mi è stato chiesto un parere per capire se fossi d’accordo e, naturalmente, ho dato il mio consenso».

Ma vista le annate storte dei suoi ultimi compagni di scuderia e, forse, l’inevitabile inesperienza del fratello, per Alex sarebbe stato meglio un altro tipo di esperienza: «Da una parte dico che guidare con Alex è veramente un sogno, ma dall’altro lato avrei preferito mio fratello in un altro box, perché immagino e sono sicuro che avrà molta pressione: verrà inevitabilmente paragonato a me. Alex deve essere convinto, tranquillo e determinato dimenticare tutto, lavorare e andare per la sua strada. Certamente cercherò di dare alcuni consigli a mio fratello Alex, ma alla fine è un altro rivale».