MotoGP Motegi, Ducati veloce con Lorenzo mentre soffre Dovizioso

DUCATI MOTEGI
@DUCATI

Non hanno esaltato le prestazioni delle Desmosedici ufficiali sul bagnato di Motegi, con entrambi i piloti battuti da Danilo Petrucci

Un sabato in chiaro-scuro per gli alfieri del team Ducati Jorge Lorenzo ed Andrea Dovizioso sul tracciato di Motegi. Il maiorchino è stato il migliore tra i due al termine delle qualifiche portandosi a casa un buon 5° posto che gli vale la seconda fila mentre il Dovi si è classificato nono e partirà quindi dalla terza fila nella gara di domani. Sperava in un risultato diverso delle qualifiche Andrea Dovizioso, su un tracciato favorevole storicamente alla Ducati ma il forlivese non ne fa grandi drammi ben conscio del potenziale della moto visti anche i tempi fatti registrare nelle due sessioni di libere del venerdì dove è risultato il più veloce nel combinato dei tempi davanti a Marquez che lo precede nel Mondiale di 16 punti. Per Jorge Lorenzo invece, un altro step verso quel feeling finale con la moto che spera lo porterà alla prima vittoria stagionale e prima in carriera con Ducati. Buoni i tempi del venerdì e buono il quarto posto delle FP3 che gli è valso l’accesso diretto alla Q2 delle qualifiche. Ecco cosa hanno dichiarato i due piloti alla fine delle qualifiche verso una gara piuttosto complicata in qualsiasi condizione meteorologica verrà affrontata

Jorge Lorenzo racconta così la sessione di qualifica sul Twin Ring di Motegi: «Alla fine mi sono mancati alcuni decimi per migliorare la mia quinta posizione, ma in ogni caso partire domani dalla seconda fila non è male. Le condizioni in qualifica non erano ideali per noi, perchè la pista si stava asciugando, e credo che con l’asfalto più bagnato avremmo potuto ottenere un risultato migliore. In ogni caso la cosa più importante è essere in una buona posizione per la partenza, anche perché domani dovrebbe piovere e in queste condizioni credo che abbiamo una buona base di set up. Abbiamo lavorato bene ed ho delle buone sensazioni in moto. La chiave potrebbe essere la scelta delle gomme: se la pista si dovesse asciugare sarà molto importante riuscire a gestirne bene il degrado, e se l’asfalto rimarrà bagnato fino a fine gara credo che potremo sicuramente lottare per il podio.»
Diverse le sensazioni di Andrea Dovizioso, che sperava di poter partire più avanti in griglia ed è consapevole che sarà difficile recuperare: «Peccato per la mia posizione in griglia: in qualifica non sono riuscito a fare un bel giro e la pista era in condizioni piuttosto difficili, metà asciutta e metà bagnata. In pochi giri bisognava interpretarla e io non sono riuscito a sfruttarla bene, anche perché nel giro veloce mi si è chiuso l’anteriore alla curva 9 ed ho rischiato di finire fuori pista, oltre ad aver perso un po’ di tempo. Peccato per il nono posto e la terza fila, però se domani ci sarà molta acqua, come ieri, credo che potremo fare davvero una bella gara.»
Domani lo start della gara è previsto alle ore 7 di mattina italiane per una gara tutta da vivere con la speranza che Dovizioso possa tornare su in fretta e non perdere terreno da Marquez.