MotoGP, Paolo Simoncelli attacca: “E’ il momento di cambiare le regole”

paolo simoncelli
@imagephotoagency

Paolo Simoncelli con un comunicato attacca le decisioni che si stanno prendendo dopo gli incidenti di gara, dopo il GP d’Austria

Il Motomondiale sta facendo parlare, molto, in questi giorni dopo i tanti incidenti dell’ultimo GP d’Austria e le conseguenti decisioni dei giudici. Non ci sta Paolo Simoncelli, che con un comunicato ha voluto dire la sua su questa situazione.

Questo è uno stralcio del comunicato fatto da Paolo Simoncelli, papà di Marco, sul sito ufficiale di Sic58SquadraCorse: “Al giorno d’oggi non è il miglior pilota quello che vince, ma il più intelligente che va sulla zona verde barando. Com’è possibile fare la differenza in questo modo? In nome della sicurezza hanno dato ai piloti la possibilità di entrare in curva più velocemente e rischiando sempre. Tutti frenano a morte “nessun problema, se esco dall’asfalto posso rientrare”. NO! Possiamo vedere quelle scene anche in MotoGP, come avete potuto ammirare domenica al via. Credo fermamente che questo sia il momento per fermarsi e cambiare le regole; potrebbero togliere il cemento e sostituirlo di nuovo con ghiaia, oppure potrebbero dare penalità più gravi”.