MotoGP, Hafizh Syahrin resta con Tech3 anche in KTM

Ufficiale il rinnovo contrattuale di Hafizh Syahrin con il team di Poncharal, nonostante il cambio di moto da Yamaha a KTM

Nella settimana degli annunci sfrenati di mercato, è passato in secondo ordine il prolungamento con la Tech3 di Syahrin dopo le buone gare svolte fin ora. La sua permanenza nel team francese non era così scontata, visto la probabile nascita, a partire dalla prossima stagione, di un team Yamaha Petronas, compagnia che da sempre aiuta economicamente i piloti medio-orientali. Di conseguenza, è logico pensare come il pilota malese si sia ben inserito nel mondo MotoGP, sia dentro la pista che nel paddock. Inoltre è un pilota riconosciuto da qualsiasi addetto al lavoro come una gran persona, con valori, molto divertente, disponibile, gentile, umile e genuina.

Ecco le parole di Pescao 55 dopo la firma del prolungamento del matrimonio: «È difficile per me parlare e crederci. Innanzitutto, devo e voglio ringraziare Hervé per aver dimostrato fiducia in me e avermi dato l’opportunità di rimanere con la famiglia Tech3 e allo stesso tempo, di far parte della famiglia KTM. Devo anche esprimere un enorme e sincero ringraziamento al mio agente Dato Razlan, che mi ha aiutato a realizzare questo sogno arrivando nella classe MotoGP. Inoltre, grazie a KTM per aver creduto in Hervé e in me. Lavorerò sodo per il 2019 e sarò maggiormente preparato. Sono assolutamente contento di avere questa possibilità, mi sento persino vicino a commuovermi per la felicità. Grazie a tutti e soprattutto a Hervé e Dato Razlan per aver sempre creduto in me».

Anche Poncharal ha voluto esprimere la sua soddisfazione per l’accordo raggiunto: «Oggi è un giorno molto importante per me e per l’intero team di Tech3, Poiché Hafizh è saltato sulla nostra MotoGP, è stato come un sogno, ogni singolo giorno, perché è stato molto performante e molto più in palla di quanto alcune persone stessero pensando e siamo stati molto orgogliosi del grande impegno che ha dimostrato costantemente. So che è stato un grande risultato per un pilota malese essere il primo del suo paese ad arrivare nella classe MotoGP, per la sua prima gara in MotoGP, ha ottenuto punti e da quel giorno sta combattendo costantemente per il primo posto da rookie e, a parte questo, Hafizh è un ragazzo molto speciale. È un tipo molto carino, molto educato, molto umile, molto rispettoso di tutto, laborioso e desideroso di imparare molto, che è quello che sta difatto ottenendo ed è un ragazzo molto simpatico e solare».