MotoGP, torna il GP di Portogallo? Viegas conferma l’ipotesi

Il Presidente FIM Jorge Viegas conferma l’indiscrezione di un possibile ritorno del GP di Portogallo: c’è un pre-accordo per il 2022, ma si potrebbe anche anticipare

Tornerà la MotoGP in Portogallo? Qualcosa più di un’idea. Non nell’immediato, certo, ma qualcosa bolle in pentola in prospettiva futura. A confermare questa eventualità è stato lo stesso presidente FIM Jorge Viegas. Dalla prossima stagione ci sarà già la novità del GP di Finlandia, che si correrà sul KymiRing, ma l’idea di inserire il GP nell’estrema regione della penisola iberica è già nella testa del presidente portoghese: «Non c’è nessuno più di me che voglia il ritorno della MotoGP in Portogallo! C’è già un pre-accordo per il 2022 ma non è detto che si possa anticipare, se ci fosse la possibilità».

Il Portogallo offre due possibilità di scelta e di piste: quella di Portimao, in Algarve, la regione meridionale del paese, e quella di Estoril, vicino a Cascais. In quest’ultimo si è già disputato il Gran Premio delle tre categorie del Campionato del Mondo MotoGP (prima edizione nel 1987), rimasto, tra alti e bassi, sede del Gran Premio del Portogallo fino al 2012: attualmente, invece, è una tappa del FIM CEV Repsol. Pare, però, che sia Portimao ad avere le maggiori possibilità di essere scelto, grazie alla spinta delle autorità locali.