MotoGP, ecco il Ducati Team 2018: «Missione mondiale»

Presentazione Ducati Team 2018
Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo sul palco dell'Auditorium Ducati

Presentato il Ducati Team per la stagione MotoGP 2018 con Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo, senza mezzi termini l’obiettivo è di puntare al mondiale. Piloti e squadra ci credono…

Nuova livrea, ma con l’obiettivo di sempre, espresso senza mezze misure: «Puntiamo al titolo mondiale». Archiviata una memorabile stagione 2017, Ducati ha presentato ufficialmente squadra, piloti e gli ambiziosi programmi sportivi per la MotoGP 2018 con qualche novità da un punto di vista prettamente estetico, ma con sempre la voglia di vincere.

Se per vedere la versione definitiva della Desmosedici GP 2018 (per concessione giornalistica GP18) bisognerà attendere di fatto soltanto i conclusivi Test pre-campionato in Qatar, all’Auditorium Ducati si è potuta ammirare la nuova livrea con, novità assoluta, un tocco di grigio ad accompagnare il rosso ed il bianco della casa di Borgo Panigale (e del tuttora main sponsor Philip Morris…).

Bella è bella, tesi ribadita da Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo, al secondo anno insieme e con tanta voglia di portare la Ducati a quel titolo iridato che manca ormai dal 2007 con Casey Stoner. «Ce la metteremo tutta» è la promessa di entrambi, suffragata dai propositi ambiziosi espressi dal Direttore Generale Ducati Corse, Luigi Dall’Igna: «Ci confrontiamo con costruttori che hanno budget che fanno paura e con piloti di livello assoluto. Non possiamo dire che saremo i favoriti, ma una promessa voglio fare: lavoreremo per rendere il 2018 un anno meraviglioso per tutti i Ducati».

La nuova Desmosedici GP 2018 che si vedrà nella sua veste definitiva soltanto tra i test di Buriram e Losail segue il modus operandi del costante rinnovamento. «Abbiamo lavorato sulla ciclistica in particolare, oltre che sul motore che presenta già qualche cavallo in più rispetto al 2017, migliorando nel contempo la guidabilità e l’erogazione», spiega Dall’Igna. «L’aerodinamica, un nostro cavallo di battaglia in questi anni, in configurazione definitiva non la vedrete a Sepang, ma soltanto tra i test in Thailandia e Losail».

Qualcosa cambierà, non l’obiettivo finale. «Per noi il 2018 sarà un anno di grandi aspettative, con due piloti straordinari come Andrea e Jorge ed una struttura tecnica di prim’ordine. Quello che posso dire, ed è un po’ il nostro motto, è semplicemente che “Siamo pronti”», parola dell’Amministratore Delegato Claudio Domenicali, aspettando il responso della pista…