MotoGP, Claudio Domenicali: «Siamo pronti! E puntiamo a vincere…»

Claudio Domenicali
Claudio Domenicali insieme a Jorge Lorenzo ed Andrea Dovizioso

Le parole di Claudio Domenicali, Amministratore Delegato Ducati, non lasciamo spazio ad interpretazioni: per l’azienda il 2018 sarà un anno importante con il titolo MotoGP tra i principali obiettivi…

Dal 1991 in Ducati, dal 2013 Amministratore Delegato. Senza alcun dubbio Claudio Domenicali, nella storia Ducati, risulta tra le figure chiave dei successi sportivi e nella produzione di serie. Dalle corse al mercato, l’AD Ducati è sempre attivamente impegnato nel portare l’azienda a nuovi standard d’eccellenza, vedendo sempre le competizioni come un passaggio obbligato per metter in mostra il valore e le prerogative del marchio. Proprio Domenicali è stato il primo a prendere la parola nel corso della presentazione del Ducati Team per la MotoGP 2018, chiarendo senza mezzi termini quali siano gli obiettivi…

SEMPRE UNA GRANDE EMOZIONE – «Per me è sempre una grande emozione salire qui, su questo palco, dando l’inizio ad una nuova avventura. Per noi è ormai la 16° volta che iniziano una nuova stagione in MotoGP: siamo partiti nel 2003, abbiamo fatto una grande esperienza, ma per noi tutto questo rappresenta sempre un’emozione unica»

2017 MEMORABILE – «Il 2017 per Ducati è stato un anno straordinario: dal punto di vista commerciale abbiamo venduto quasi 56.000 moto che rappresenta il nostro record assoluto, mentre sotto l’aspetto sportivo ci siamo divertiti, vivendo delle grandi emozioni. Lo scorso anno ci siamo ritrovati qui a pianificare i piani sportivi per la stagione 2017 che non ha certamente tradito le nostre aspettative: 6 gare vinte rappresentano un risultato pazzesco, in primis la vittoria al Mugello. Una gara straordinaria che ci ha permesso con Dovizioso di regalare agli italiani un evento di portata storica, considerato che dagli anni ’70 non si assisteva ad un successo di un pilota italiano in sella ad una moto italiana… ed al Mugello non era mai successo!»

DUCATI… AZIENDA – «Quest’anno commercializzeremo sul mercato tanti prodotti straordinari a cominciare dalla Panigale V4. Non si era mai vista una moto così vicina alle moto da competizione, derivata direttamente dalla Desmosedici: questo conferma che il trasferimento tecnologico dal mondo delle corse a quello della produzione per noi è davvero vicino. Inoltre con la Scrambler 1100 questa gamma entrerà in una nuova dimensione, di grande cilindrata, che ci aprirà nuove prospettive. Ducati come azienda è in continua crescita e si può permettere investimenti importanti per il futuro. Questo momento per il settore auto-moto è entusiasmante dal punto di vista tecnologico: nelle auto si parla di elettrificazione e guida autonoma, crediamo che sono due temi che coinvolgeranno le moto in un prossimo futuro. Siamo parte del gruppo Audi-VW che ha chiare intenzioni di leadership del settore, di conseguenza le risorse coinvolgeranno anche Ducati in ottica 2020 e, guardando più avanti, 2025»

DUCATI… CORSE: GRANDI ASPETTATIVE – «Il 2017 è stato un anno importante per Ducati nelle corse, pertanto ci presentiamo con grandi aspettative. Possiamo solo dire che “Siamo pronti”, questo è il nostro motto. In MotoGP contiamo su due piloti straordinari: un Dovizioso pazzesco che ha dimostrato tutto il suo talento nel corso del 2017 e punta a ripetersi, ma anche Lorenzo che ha dato prova di una velocità straordinaria negli ultimi Gran Premi, adattandosi ad una moto così potente cambiando il suo stile di guida. Con questi piloti, coadiuvati da una struttura tecnica di prim’ordine, l’obiettivo non può essere quello di lottare per la vittoria…»