MotoGP, la Suzuki non molla Rins: rinnovo fino al 2022

Nonostante manchi ancora l’ufficialità, Alex Rins e la Suzuki firmeranno il rinnovo di contratto fino al 2022. Sfuma un’altra occasione per Ducati

Rivelatasi una delle sorprese più liete della stagione appena trascorsa, Alex Rins sembra in procinto di ricevere il premio tanto atteso: il rinnovo di contratto con Suzuki. Il quarto posto, conquistato a suon di ottime prestazioni e costanza di risultati, avrebbe dunque portato il team giapponese a credere ancora nel talento spagnolo, rinnovandogli il contratto anche per le stagioni 2021 e 2022. Stando a quanto trapelato, il 24enne avrebbe già firmato il rinnovo, nonostante l’ufficialità non sia ancora arrivata.

Il 2020 dovrà essere l’anno della consacrazione per Rins e la Suzuki, destinati a puntare ai piani altissimi della classifica. Non basteranno più, quindi, le due volte in cui il talento di Barcellona è salito sul gradino più alto del podio: ad Austin, quando ha riportato la Suzuki al successo dopo tre anni di digiuno, e a Silverstone, due successi che lo hanno aiutato a chiudere il Mondiale 2019 al quarto posto, con 205 punti. Un’altra occasione persa per Ducati, dunque, che vede sfumarsi l’ennesima opportunità di rinnovare il proprio organico con innesti di qualità.