MotoGP, Rossi: «Difficile replicare le buone prestazioni di Assen»

Valentino Rossi
Valentino Rossi in sella alla Yamaha M1 2018 a Sepang, 30 gennaio 2018

Valentino Rossi auspica di replicare la prestazione della gara precedente di Assen anche se è consapevole che sarà molto difficile

Valentino Rossi è carico per il prossimo appuntamento al Sachsenring. Anche se i precedenti non sono dalla sua parte visto che l’anno scorso ha faticato in Germania e che Marc Marquez appare imbattibile nella sua pista preferita. Tuttavia, la classifica sorride al campione di Tavullia visto che si trova secondo in graduatoria e considerata la sua continuità di risultati opposti alla frequente tendenza all’errore che flagellano le prestazioni dei suoi acerrimi rivali. E’ al momento la seconda forza del campionato sulla carta, ma nella pratica la Yamaha sta soffrendo molto ad essere al top.

Anche il suo compagno Maverick Vinales sta disputando un buon campionato, dato che è terza posizione, grazie alla stessa virtù della costanza che condivide con il nove volte campione del mondo, anche se soffre maggiormente soprattutto nelle albe delle gare per poi rimediare nei tramonto dei GP. Vedremo cosa riusciranno a dimostrare nella prossima tappa, cercando di dar seguito alla stupenda gara olandese che hanno disputato un po’ a sorpresa.

Ecco le parole di Valentino Rossi in merito alla prossima gara prima della pausa estiva: «L’anno scorso non siamo stati performanti qua, quindi sarà decisamente fondamentali capire il nostro potenziale questo fine settimana. Dovremo lavorare parecchio, come sempre, sin dalla prima sessione di prove libere di venerdì, per prepararci al meglio per la gara, ma sono fiducioso, sono ottimista. Mi sento in forma e il mio team sta lavorando alla grande. L’ultima prima della breve pausa estiva della MotoGP. Quindi vogliamo dare tutto  per concludere in bellezza la prima parte della stagione. Non so se riusciremo a replicare le buone prestazioni dell’Olanda, ma faremo di tutto per essere ancora con i migliori, lavorando a testa bassa».