MotoGP, Rossi sull’addio di Tsuji: «Il cambio societario farà bene allo sviluppo della moto»

Rossi ha espresso la sua estrema soddisfazione per la sessione pomeridiana di Aragon, soffermandosi poi anche sul rimpasto societario in Yamaha

Valentino Rossi, al termine della seconda sessione di Prove Libere ad Aragon, si è mostrato particolarmente contento e soddisfatto della sua prestazione: «Sono molto felice! Al mattino abbiamo avuto molti problemi, ma nel pomeriggio siamo stati in grado di migliorare l’elettronica, il freno motore e anche l’accelerazione della moto». A tener banco, in casa Yamaha, però, oltre alle ottime prove di tutti i suoi piloti, è la situazione legata al rinnovamento dei vertici della scuderia giapponese. Nonostante manchi ancora l’ufficialità, il presidente della Yamaha Motor Racing, Kouichi Tsuji, lascerà il suo posto, probabilmente, a Takahiro Sumi.

Questo cambiamento importante ha visto l’approvazione anche dello stesso Rossi che, pur apprezzando il lavoro svolto da Tsuji, non ha nascosto le difficoltà dell’ultimo periodo: «Ho un ottimo rapporto con Tsuji-san: è un ottimo ingegnere, ma negli ultimi anni il suo ruolo non è stato proprio al top. Credo che questo cambiamento sia utile per migliorare lo sviluppo della moto. Nel rimpasto generale, stanno arrivando persone diverse, che per me sono molto forti in Yamaha e ne abbiamo bisogno».