MotoGP, Sahara: “Ci hanno bloccato lo sviluppo, ma lavoreremo bene…”

Joan Mir, leader del Mondiale

Shinichi Sahara, project leader della Suzuki, ha voluto parlare della scelta della MotoGP di congelare gli sviluppi nella prossima stagione

Nella prossima stagione la Suzuki partirà come il team da battere, in funzione del titolo mondiale conquistato nell’ultimo Mondiale da Joan Mir. Qualche polemica, però, arriva dal team nei confronti delle scelte della MotoGP di congelare gli sviluppi a tutti i costruttori per la prossima stagione.

Queste le parole di Shinichi Sahara, intercettato da Crash.net, dove ha voluto spiegare le scelte future della Suzuki: “Preclude i miglioramenti che avevamo in testa dal punto di vista ingegneristico. In ogni caso la situazione è la stessa per tutti i costruttori. Fortunatamente il pacchetto della nostra moto non era male nel 2020, faremo dunque uno sviluppo attento nelle aree in cui ci è permesso lavorare”.